Delitto di Ravello, condannato a 18anni Lima: ammazzò la sua compagna di Scafati

22 Maggio 2018 Author :  

RAVELLO. Giuseppe Lima, accusato di aver ucciso, insieme a Vincenza Dipino (già processata) Patrizia Attruia, è stato condannato a 18 anni di carcere. La sentenza è stata emessa nella tarda mattina ta di ieri dal giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Salerno, Mariella Zambrano. Lima è stato condannato, con il rito dell’abbreviato, per omicidio e occultamento di cadavere mentre è decaduto l’aggravante dei futili motivi. Il pubblico ministero Cristina Giusti, al termine della requisitoria aveva chiesto per l'uomo una pena di 30 anni.

Il fatto

Giuseppe Lima, compagno di Patrizia Attruia, originaria di Scafati, ha sempre respinto tutti gli addebiti a suo carico. L’omicidio si è consumato nel marzo del 2015 a Ravello, nell’abitazione di Vincenza Dipino. La vittima, da circa tre anni, si era trasferita a Ravello, dove viveva con Lima. Entrambi disoccupati, abitavano in un fabbricato rurale a servizio di un terreno agricolo. Fin quando non avevano deciso di trasferirsi presso l’abitazione di Vincenza Dipino, proprio su invito di quest’ultima. Tra le due donne sarebbe nata da subito una rivalità per l'uomo di casa. A seguito dell'ennesima lite tra le due. La donna di Scafati fu strangolata e successivamente trascinato per il corridoio e adagiato all'interno di una cassapanca, dove il 27 marzo fu ritrovato. A chiedere aiuto fu lo stesso Lima, che si rivolse ad un dipendente comunale per chiedere come comportarsi.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2