Salerno/Nocera.Detriti sotto la Piazza della Libertà: "Condannate i responsabili"

17 Febbraio 2017 Author :  

Scondo l'accusa seppellirono i detriti accumulati dalla demolizione dell’ex pastificio Amato, nel cuore del rione Mariconda, sotto la nascente piazza della Libertà: il sostituto procuratore chiede una serie di condanne per gli imputati a pene variabili da uno a due anni di reclusione. Il processo di primo grado sull’inchiesta sullo smaltimento in discariche abusive dei materiali di scavo di piazza della Libertà volge al termine. Ieri lo snodo decisivo: i pm Valenti e Polito hanno chiesto di condannare a 1 anno e 10 mesi di reclusione Gilberto Belcore di Nocera Inferiore (Esa costruzioni), a 2 anni Paolo Baia di Genova (direttore lavori di piazza della Libertà), a 2 anni Sergio Delle Femine, di Salerno (direttore lavori nel cantiere dell’ex pastificio Amato), a 2 anni Armando ed Enrico Esposito di Nocera Inferiore (Esa costruzioni, il secondo anche ex assessore e ora consigliere comunale a Nocera Inferiore), a 1 anno Antonella Iannone di Salerno (Meca srl, gestore di una cava a Pellezzano), a 1 anno e 6 mesi Antonio Ragusa di Salerno (tecnico comunale), a 1 anno Mario Califano di Sarno (omonima ditta di movimento terra). Dalla pubblica accusa sono arrivate anche le richieste di pena pecuniaria per la Esa Costruzioni (circa 103mila euro) e Meca srl (circa 80mila euro). Inoltre, i magistrati hanno chiesto che venga applicata un’ammenda di 4mila euro a Nicola Gimaldi.

 

 

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

 

GruppoIdPublicWhiteCompletoGimp