Scafati. Politica e camorra, tutti a processo. I Ridosso e Loreto a processo lampo

26 Aprile 2018 Author :  

Tutti a processo: Angelo Pasqualino Aliberti, ex sindaco di Scafati e altri indagati sul sistema di scambio politico mafioso nelle elezioni comunali e regionali 2013 e 2015 dovranno affrontare il processo. Stamattina davanti al gup Ascolti del Tribunale di Salerno, in udienza preliminare, si è discusso sul rinvio a giudizio per tutti gli imputati per differenti accuse nell'ambito dell'operazione Sarastra.

Gli imputati

Affronteranno il processo l'ex sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti, il fratello Nello Aliberti, l'ex consigliere comunale di Scafati, Roberto Barchiesi, l'ex staffista comunale Giovanni Cozzolino, il pentito ed ex boss Alfonso Loreto, la consigliera regionale Monica Paolino, l'ex vice presidente della società partecipata Acse, Ciro Petrucci i cugini Andrea, Gennaro e Luigi Ridosso, oltre agli imprenditori Giuseppina Ametrano, Alfonso Cesarano e Catello Cesarano.

Presente in aula anche Pasquale Aliberti che è stato colto da un momento di forte emozione quando ha reso dichiarazioni spontanee su una intercettazione ambientale tra lui e Giovanni Cozzolino in merito alle delibere sul cimitero, una delle questioni per cui è indagato. Sosteneva di aver già richiesto gli atti ancor prima della sua conversazione con Cozzolino ma si è interrotto, tentennando con la voce rotta dalla commozione, quando è intervenuto. 

Le accuse

Aliberti è accusato di voto di scambio politico mafioso e resta ai domiciliari a Roccaraso. Accusati anche il fratello Nello, la moglie Monica Paolino, quindi il collaboratore di giustizia Alfonso Loreto, poi Ciro Petrucci, Gennaro, Andrea e Luigi Ridosso e Roberto Barchiesi. Per Aliberti è stato chiesto ed ottenuto il processo anche per i presunti favori alle aziende funebri, con lui ci sono l’ex staffista Giovanni Cozzolino (già indagato nel voto di scambio), Giuseppina Ametrano, legale rappresentante della ditta "L'Eternità”, Alfonso Cesarano e Catello Cesarano, della ditta "Cesarano Nicola Pompe Funebri”. LOltre al collaboratore di giustizia Alfonso Loreto che aveva chiesto il rito abbreviato attraverso i suoi legali, processo lampo anche per Luigi Ridosso e Gennaro Ridosso che avevano prima chiesto il rito abbreviato condizionato (rigettato).

Le investigazioni condotte dalla Dia di Salerno coordinata dal colonnello Giulio Pini e dal Capitano Fasto Iannaccone, nell'ambito dell'operazione Sarastra (pm Vincenzo Montemurro) hanno consentito di raccogliere significativi elementi di responsabilità a carico degli indagati e per i Ridosso e Loreto, arriva lo stralcio per il processo lampo.

Respinte alcune e dichiarate inammissibili le richieste di incidente probatorio su alcuni testi, presentate lo scorso 11 aprile dai pm Vincenzo Montemurro e Masini del Tribunale di Salerno: saranno sentiti in anticipo solo due testi, ovvero Raffaele Lupo e Aniello Longobardi, attesi per il prossimo 16 maggio.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

 

GruppoIdPublicWhiteCompletoGimp