×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 806

SalvatoreAnnunziata

728x90

Agro/Scafati. Piano di zona, nuova organizzazione e vecchi problemi: via ai servizi tra tagli e polemiche

15 Dicembre 2016 Author :  

Permane ancora tanta confusione all’interno dell’intricato capitolo dei servizi sociali. Lo spacchettamento del vecchio Piano di zona S1 avviato con deliberazione n.144 del 12/04/16 da parte della Regione Campania, ha avuto una ricaduta negativa che si è riversata direttamente sui territori, i quali si vedono momentaneamente sospesi l’erogazione dei servizi sociali ad esso strettamente collegati. Il nuovo piano prevede la ripartizione in tre diversi ambiti territoriali (Ambito Territoriale S01-1 con Nocera Inferiore Capofila, Ambito Territoriale S01.2 con Scafati Capofila, Ambito Territoriale S01-3 con Pagani Capofila) che sono ora in fase di assestamento con non poche difficoltà dovute al coordinamento tra i vari comuni. Se infatti, il sindaco di Nocera Superiore Giovanni Maria Cuofano (appartenente al piano s1-1) sembra volersi tirare fuori dalla costituzione dell’apposita azienda speciale per via di una diminuzione delle risorse ripartite (http://www.puntoagronews.it/politica/item/48225-nocera-superiore-piano-di-zona,-il-sindaco-cuofano-meglio-evitare-un-grave-errore.html) il che porterebbe di fatto ad un commissariamento di fatto dell’intero abito, anche il comune di Scafati (ambito s1-2) vive momenti piuttosto convulsi. A pagarne le spese sono ancora una volta i soggetti più deboli che necessitano di assistenza e sostegno costante. Da ormai 5 mesi, infatti, ha dovuto chiudere il Centro “Raggio di Sole”, che prestava assistenza presso la struttura polivalente di San Pietro (Scafati) e che svolgeva attività ludico ricreative a circa 30 persone diversamente abili. Da allora però, fortunatamente, Don Peppino de Luca, con vero spirito solidale, ha messo a disposizione alcuni locali della parrocchia di San Francesco per dare la possibilità ai ragazzi del centro e agli operatori volontari di continuare a svolgere le attività ricreative. Gli orari però sono molto ridotti (appena 3 ore al giorno), con una struttura priva degli strumenti necessari per rispondere alle esigenze reali dei disabili seguiti con tanta professionalità dai fedeli operatori che svolgono il lavoro in maniera totalmente volontaria. Una soluzione provvisoria che il comune di Scafati (che vive una fase politica molto intricata, coll’imminente commissariamento alle porte), finora non ha ancora redento. Ora però nell’ambito del piano S1-2 per la realizzazione da parte degli enti locali associati del sistema integrato degli interventi e servizi è stato istituito il FUA (Fondo Unico di Ambito) come strumento finanziario. Nel coordinamento tenutosi mercoledì scorso, al quale ha partecipato l’assessore Diego Chirico delegato per il Comune di Scafati capofila, sono stati stanziati i seguenti importi per i relativi servizi: Assistenza domiciliare integrata e programmata a domicilio per anziani (Fua: 67,238, 23), Assistenza semiresidenziale ai disabili (42.515, 75), Assistenza residenziale a persone con problemi psichici (117.358,67), Assistenza residenziale a disabili gravi (133, 678, 31). “Le Politiche Sociali sono sempre state una priorità per questa amministrazione – ha dichiarato Chirico – ed è per questo che andiamo avanti, senza sosta, per assicurare i servizi essenziali alla cittadinanza. Nell’ambito del coordinamento abbiamo provveduto ad approvare la ripartizione dei fondi e riavviare per il 2017 le attività del Centro Raggio di Sole. Non abbiamo timore di metterci la faccia e di assumerci le nostre responsabilità”. Sulla stessa linea il presidente della commissione Politiche Sociali Teresa Formisano. “Sulle Politiche sociali questa amministrazione è in prima linea. Stiamo lavorando incessantemente su questo versante, perché le fasce deboli meritano tutta la nostra attenzione”. Il problema però non è ancora risolto del tutto in quanto la programmazione annuale, come ha dichiarato recentemente anche la coordinatrice dell’ambito Maddalena Di Somma alla nostra testata (http://www.puntoagronews.it/in-evidenza/item/47496-scafati-disabili-senza-pi%C3%B9-laboratori-e-cure-l-appello-ridateci-raggio-di-sole.html), deve essere ancora approvata dalla Regione Campania prima di procedere con un nuovo affidamento e far partire in maniera ottimale il servizio. Ora la patata bollente sulla delicata questione passerà al prossimo commissario prefettizio che subentrerà alla guida del comune di Scafati in seguito alle dimissioni improrogabili del sindaco Aliberti, sperando che il futuro per il centro Raggio di Sole possa tornare ad essere roseo e speranzoso!

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2