Stampa questa pagina

Cava. Truffa PostePay, sventato il colpo in Tabaccheria

12 Settembre 2018 Author :  

Truffa da 900 euro ai danni della tabaccheria-edicola di via De Filippis: Carabinieri sulle tracce del malvivente che ha raggirato i proprietari dell’esercizio, fornendo documenti falsi per una ricarica postepay effettuata ma mai corrisposta ai titolari. Il fatto si è verificato nella giornata di mercoledì, intorno alle 17.30. Il ragazzo è entrato in negozio chiedendo di fare una ricarica postepay - ha raccontato la donna ai Carabinieri - ma dato che non era censito nel sistema informatico, gli ho chiesto di attendere che sbrigassi gli altri clienti considerato che la procedura era un po’ lunga. Il giovane ha atteso con pazienza e poi ho provveduto ad effettuare la ricarica chiesta di 895 euro, dopo aver opportunamente chiesto la carta d'identità del giovane e il codice fiscale del destinatario. Avrebbe dovuto fare una seconda ricarica, quindi al momento di effettuare la seconda operazione, il codice fiscale non risultava corretto. Il ragazzo ha chiesto quindi di uscire per chiedere delucidazioni a un presunto parente ed è fuggito senza pagare. Dalle immagini di videosorveglianza dell’esercizio, inoltre, è stato possibile effettuare un immediato riscontro visivo dei connotati del giovane e, dal primo codice fiscale della ricarica postepay risalire, invece, al destinatario dei soldi. Ora, i carabinieri, sono sulle tracce del truffatore ipotizzando che sia stato aiutato da almeno un complice con il quale si teneva in contatto, via cellulare, nell’attesa che la titolare della tabaccheria provvedesse ad effettuare la ricarica e con cui, dopo il colpo, si è allontanato a bordo di un'automobile.

Articoli correlati (da tag)