Scafati/Castellammare. Helios e Igiene urbana, dubbi sulla gestione rifiuti e assunzioni sospette: Di Lauro (M5S) porta il caso in Parlamento

17 Aprile 2019 Author :  

Dubbi sulla gestione del ciclo integrato dei rifiuti e assunzioni clientelari, il caso Am Tecnology con le società Helios e Igiene urbana arrivano in Parlamento. A portare la questione all'attenzione del Ministro dell'Ambiente è la parlamentare del movimento cinque stelle Carmen Di Lauro. "Il 26 febbraio 2019 il Noe Di Salerno - si legge nell'interrogazione della Di Lauro - ha effettuato controlli nelle società del gruppo Am Technology di cui fanno parte «L'Igiene Urbana» e «Helios», che si occupano della raccolta rifiuti a Castellammare Di Stabia. All'esito dei controlli tre dipendenti della AM Technology e uno della Helios, sono stati denunciati con l'accusa di aver trasportato e sversato rifiuti speciali pericolosi e aver dichiarato il falso nel formulario di identificazione dei materiali; in precedenza, sono state perquisite le abitazioni di Andrea Abagnale e Daniele Manfuso, entrambi indagati e soci e gestori di fatto del gruppo AM Technology, «L'Igiene Urbana» e «Helios» avrebbero un giro d'affari che copre tutto il territorio nazionale e il loro nome è comparso nell'ambito dell'operazione «Sarastra», partita nel 2015 per appurare il patto tra politica e camorra a Scafati. Gli agenti della direzione investigativa antimafia (dia) avrebbero rinvenuto a casa dell'ex sindaco Pasquale Aliberti documentazione su cui, testualmente, era scritto: «Al 21 agosto 2012 - Pasquale ha già avuto 24 mila euro, rispetto ai soldi da incassare come da prospetto firmato e cioè: 70.000 euro (stampata), 53.000 euro (Igiene Urbana), 25.905 (fogli scritti a penna), 12.540 (fogli scritti a penna in registro)»; i controlli delle forze dell'ordine potrebbero essere scaturiti da varie denunce anonime; l'assessore all'urbanistica Scafarto ha presentato al consiglio comunale di Castellammare dell'11 febbraio 2019 una relazione sul servizio di spazzamento, raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani e assimilabili, e gestione del centro di raccolta comunale, che tratta anche dei disservizi. In tale documento elencava una serie di criticità e inadempienze, anche gravi, da parte della AM Technology; il consiglio comunale di Castellammare ha discusso in data 11 marzo 2019 un ordine del giorno in cui chiedeva la costituzione di una commissione consiliare d'indagine sul caso AM Technology; dalle denunce anonime e dalla discussione che è avvenuta in consiglio comunale il 29 febbraio e l'11 marzo, emergerebbero forti dubbi sulla richiesta di ulteriore assunzione di personale da parte della AM Technology e dall'uso clientelare delle assunzioni già fatto in passato presso la stessa società. La procura di Torre Annunziata, starebbe indagando su una ventina di assunzioni da parte della suddetta società che sarebbero avvenute a seguito delle pressioni di politici locali, sia che sostengono l'attuale sindaco sia dell'opposizione; il 18 marzo 2019 i carabinieri hanno perquisito la AM Technology avrebbero acquisito documentazione relativa all'appalto con il comune di Castellammare; il contratto di servizio siglato il 12 maggio 2017 prevedeva, all'articolo 14 «Risoluzione e Recesso» il richiamo all'articolo 108 del decreto legislativo n. 50 del 2016 che dispone la risoluzione del contratto per «grave inadempimento alle obbligazioni contrattuali da parte dell'appaltatore». O per ritardi nelle prestazioni «per negligenza dell'appaltatore rispetto alle previsioni del contratto», entrambi fatti che sarebbero avvenuti -: quali iniziative di competenza il Governo intenda intraprendere, per quanto di competenza, per contrastare eventuali attività criminose connesse alla gestione del ciclo integrato dei rifiuti a Castellammare di Stabia; se le società menzionate in premessa o altre società comunque legate ai soci citati in premessa, siano iscritte nelle white list antimafia e se abbiano mai ricevuto comunicazioni o informazioni antimafia aventi carattere interdittivo. Se non si intenda promuovere, per quanto di competenza, un apposito accertamento amministrativo sui flussi Di rifiuti richiamati in premessa. Nonché valutare se sussistono i presupposti per promuovere una verifica in relazione alla regolarità amministrativo-contabile dell'attività del comune per il tramite dei servizi ispettivi di finanza pubblica della Ragioneria generale dello Stato.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2