Stampa questa pagina

Regionali: Campania, ore decisive per candidato centrodestra, alla Lega non piace Caldoro e propone Tommasetti

10 Giugno 2020 Author :  
Potrebbero essere ore decisive per la scelta del candidato del centrodestra per le Regionali in Campania. Dopo la fumata nera del vertice di due giorni fa, i tre leader nazionali ci riprovano con un nuovo incontro, iniziato alle 17. La Campania rappresenta un tassello molto delicato del puzzle che coinvolge anche le altre regioni chiamate al voto in autunno: il governatore uscente, Vincenzo De Luca, che fino a qualche mese fa era dato indietro nei sondaggi, sembra aver recuperato terreno grazie alla grande visibilita' ottenuta durante l'emergenza Covid e alla politica del pugno duro. Di fronte a questo quadro, FI continua a rivendicare la scelta del candidato per la Campania, che per Silvio Berlusconi e per buona parte del partito dovrebbe essere Stefano Caldoro. Il nome dell'ex ministro ex ed governatore, sconfitto da De Luca cinque anni fa, ma su cui aveva prevalso cinque anni prima, non piace alla Lega. Nella sua visita di venerdi' scorso, Salvini e' stato molto freddo con Caldoro, definendolo una "brava persona" ma ribadendo piu' volte la necessita' di una figura che rappresenti l'idea della rottura con il passato. Il Carroccio propone l'ex rettore dell'Universita' di Salerno, Aurelio Tommasetti, o il direttore del Tg2, Gennaro Sangiuliano, sperando in un ripensamento dell'ultim'ora da parte del sostituto procuratore generale di Napoli, Catello Maresca, che nei giorni scorsi aveva escluso l'ipotesi di una discesa in campo sotto una etichetta politica. A contribuire al clima sempre piu' teso, c'e' la posizione del terzo alleato, Fratelli d'Italia, che resta fermo sulle proprie posizioni. Il partito di Giorgia Meloni non accetta la messa in discussione, da parte della Lega, di Raffaele Fitto in Puglia (che i sondaggi danno in vantaggio su Michele Emiliano) e, in base a quanto stabilito nell'accordo raggiunto prima del lockdown, rivendica anche la candidatura di Francesco Acquaroli nelle Marche. Se queste condizioni dovessero essere rispettate, FdI darebbe il via libera a Caldoro in Campania.

Articoli correlati (da tag)