Sarno. Degrado ambientale e paesaggistico in diverse zone di particolare pregio della città, la Aliberti porta il caso in consiglio

15 Luglio 2019 Author :  

Degrado ambientale e paesaggistico in diverse zone di particolare pregio della città di Sarno, Maria Rosaria Aliberti, capogruppo del movimento civico Sarno Punto e a capo, interroga il sindaco e l'assessore competente sullo stato di abbandono in cui versano diverse zone della città: San Matteo, Foce e l'oasi naturalistica del Voscone e altre aree verdi della città. "Uno dei punti cardini del programma della Lista civica "Sarno punto e a capo", durante tutta la campagna elettorale, è stato la tutela ambientale e paesaggistica del nostro Territorio ed il collegato rilancio economico delle attività commerciali cittadine. - spiega Maria Rosaria Aliberti - quest'ultimo tema è attualmente una delle motivazioni forti che spingono "Sarno punto e a capo" ad esercitare da subito un'azione di opposizione attenta, critica ma al tempo stesso propositiva e costruttiva che si faccia portavoce delle esigenze delle realtà commerciali e dei problemi dei cittadini. L'Amministrazione oggi in carica è praticamente la stessa che ha governato la Città di Sarno durante gli ultimi lunghi cinque anni e che, quindi, non può più trincerarsi dietro una presunta "cattiva eredità" lasciata da Giunte precedenti. L'Amministrazione ed in primis il Sindaco, lavorando in continuità ed essendo finite le "chiacchiere" della Campagna elettorale, devono adesso fare i conti con ciò che hanno costruito nell'ultimo quinquennio ed ammettere eventuali criticità non risolte (se non addirittura acuite), dando risposte concrete e coerenti in tempi celeri. "Sarno punto e a capo", proprio perchè lista civica, ascolta la voce della Città, vive i luoghi e fotografa lo stato reale del Territorio. Durante la Campagna elettorale, posti splendidi e angoli-simbolo della nostra Città, come il Borgo San Matteo o il Centro storico oppure Foce o ancora l'Oasi del Voscone, campeggiavano su tutti i manifesti, apparivano in ogni fotografia; oggi, invece, appena i "riflettori" dell'attesa elettorale si sono spenti, gli stessi sono diventati "non luoghi", luoghi dimenticati, luoghi "scomodi", senza pulizia, senza manutenzione, senza attenzione. In questi stessi luoghi sono frequenti fenomeni di inquinamento ambientale ed atmosferico, di sversamento illegale di rifiuti, di atti vandalici; questi scorci di inestimabile bellezza potrebbero essere la ricchezza di Sarno, eppure sono considerati da chi governa troppo spesso un "peso" difficile da gestire. Durante la Campagna elettorale, l'attuale Amministrazione ha "sbandierato" futuri progetti di riqualificazione dei luoghi e di rilancio delle attività commerciali cittadine che, invece, ad esempio nel Centro storico, giorno dopo giorno, nonostante i sacrifici degli esercenti, chiudono i propri battenti o si trasferiscono in altre realtà confinanti. Le nostre strade la sera sono "buie", nel senso di spente e di non frequentate e, dunque, anche pericolose e, in ogni caso, non adatte ai giovani e alle Famiglie che, invece, dovrebbero avere la serenità nel viverle e nell'apprezzarle. Durante la Campagna elettorale, l'attuale Amministrazione ha annunciato, già per l'estate in corso, calendari di nuovi eventi e di importanti iniziative per unire l'intero territorio e tutta la Comunità, periferie comprese, a vantaggio di una pubblicizzazione della Città, con benefici in termini di turismo e, dunque, di economia; tuttavia, siamo oltre la metà del mese di luglio e nessun evento si è svolto a Sarno su impulso dell'Amministrazione. Anzi, gli unici due tentativi di manifestazioni serali sono stati realizzati da singoli commercianti e hanno interessato singole strade: invece di ottenere unione e coesione, oggi si percepisce solo divisione, disorganizzazione e poca buona volontà e, al tempo stesso, il patrimonio paesaggistico è in balia dell'abbandono e del degrado con gravi conseguenze sulla salute dei cittadini e con l'aumento di patologie e malanni ad essi correlati". La Aliberti chiede, quindi, "Quali sono nell'immediato le azioni di pulizia, manutenzione e riqualificazione che interesseranno le aree simbolo della Città di Sarno, come ad esempio il Borgo San Matteo, e le aree verdi e storiche, come Foce o l'Oasi del Voscone? E quale eventi, manifestazioni ed iniziative sono previste per il periodo estivo e per il rilancio economico delle attività in Centro e nelle Periferie? Come si procederà all'organizzazione delle stesse? Quali saranno, in dettaglio, i criteri di scelta dei progetti e di affidamento di eventuali gestioni e/o concessione di fondi?"

AdMedia

bannerpostoriservto

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2