banner agro

Sarno. L'opposizione lancia un referendum per bloccare la nascita della Sarno Servizi Integrati

10 Giugno 2021 Author :  

di Danilo Ruggiero 

Un referendum comunale per cancellare la delibera di consiglio comunale sulla costituzione dell’Azienda speciale “Sarno Servizi Integrati”. Le forze politiche di opposizione intendono raccogliere 2 mila firme per chiedere al Sindaco Giuseppe Canfora l’indizione del plebiscito. L’Azienda speciale del Comune di Sarno, il cui Statuto ed Atto costitutivo sono stati già approvati dal consiglio comunale di Sarno con i voti della sola maggioranza di centrosinistra, potrebbe essere oggetto di un referendum popolare che chiamerebbe alle urne tutti i cittadini sarnesi. L’iniziativa è stata promossa dai gruppi politici di Azione, Forza Italia, Buona Destra e Lega Salvini e dalle civiche di Rete Libera, Sarno Popolare, Sarno punto e a capo e Sarno Civica, i cui rappresentanti hanno indirizzato una comunicazione al primo cittadino di Sarno Giuseppe Canfora. La nota, a firma di Vincenzo Sirica, Enrico Squillante, Walter Giordano, Giovanni Montoro, Domenico Crescenzo, Giuseppe Agovino, Sebastiano Odierna, Maria Rosaria Aliberti, Antonello Manuel Rega, Giovanni Cocca e Raffaele Vitolo, ha annunciato al sindaco di Sarno l’avvio delle operazioni di raccolta firme per ottenere l’indizione di un referendum abrogativo della delibera del 13 aprile scorso, con cui il consiglio comunale ha approvato la costituzione della “Sarno Servizi Integrati”, l’Azienda speciale che dovrà occuparsi della gestione di svariati servizi pubblici per conto dell’ente municipale di Palazzo San Francesco. Lo strumento di democrazia diretta, con cui si chiede all'elettorato di esprimersi con il voto su particolari proposte, è disciplinato dallo Statuto dell’Ente di Sarno, il quale, prevede che il Sindaco è tenuto ad indire referendum, su atti del Comune, quando ne facciano richiesta almeno 2 mila cittadini. Perciò, i gruppi politici opposti al centro sinistra e contrari alla nascita dell’azienda speciale, hanno chiesto al sindaco Giuseppe Canfora e al Presidente del Consiglio Giuseppe Esposito di attivare gli uffici comunali per l’accesso dei cittadini che vogliano firmare la richiesta di indizione di un referendum abrogativo. Inoltre le forze politiche hanno chiesto al sindaco di Sarno di sospendere ogni iniziativa per l’attivazione dell’Azienda speciale in attesa dei risvolti del voto popolare. Tuttavia, ieri sera, la maggioranza di centro sinistra si sarebbe riunita per accelerare l’iter sulla nascita della Sarno Servizi Integrati. Prima di ultimare gli adempimenti burocratici, i dem dovranno trovare l’intesa per designare- con apposita nomina del sindaco- il Presidente del Cda e i due componenti dell'organo di gestione

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2