banner agro

Sarno. Cani accalappiati e finiti nei “lager” dell’hinterland napoletano: i Carabinieri ordinano al Comune di trasferire gli animali

23 Novembre 2022 Author :  
Cani accalappiati a Sarno e poi finiti nei “lager” dell’hinterland napoletano: i Carabinieri ordinano al Comune di trasferire gli animali in un’altra struttura ricettiva. Un’operazione condotta dai Carabinieri della Stazione di Brusciano, dal Nucleo Cites dei Carabinieri Forestale di Napoli e dalla Stazione Carabinieri Forestale di Marigliano, con il supporto dei medici veterinari del Criuv della Regione Campania, sede operativa Asl Napoli 1 Centro e Asl Napoli 3 sud ha portato al sequestro dei canili della società “La Sfinge”- la ditta che gestisce il servizio di custodia e accalappiamento dei cani presenti sul territorio del Comune di Sarno – per via del l’evidente stato di maltrattamento, malnutrizione e incuria degli animali presi in custodia. Nello specifico, la ditta con sede legale a Sant’Anastasia, è proprietaria di tre canili con sede a Marigliano e Brusciano, nel napoletano. Al loro interno le forze dell’ordine hanno trovato trecentonovanta cani, molti di loro denutriti e in stato di abbandono, alcuni dei quali trasportati con urgenza nelle strutture dell’Asl per essere sottoposti a cure specifiche. L’inchiesta, della Procura della Repubblica di Nola, è nata a seguito della denuncia di alcuni volontari ed ha portato al sequestro delle strutture ricettive e alla denuncia dei titolari della ditta. Dei cani trovati, 14 sono arrivati dal comune di Sarno, che aveva affidato, già dal 2016, l’appalto di custodia e assistenza proprio a “La Sfinge” al prezzo di 1 euro e 90 centesimi ad animale, al giorno, per circa 40 cani all’anno. L’ultimo affidamento concesso dall’ente di Palazzo San Francesco risale al mese di gennaio 2022, quando il Comandante della Polizia Municipale, Anna Maria Ferraro, ha affidato tramite trattativa diretta, il servizio di “Ricovero, custodia, cura e mantenimento dei cani randagi, ivi compreso lo smaltimento delle carcasse degli animali deceduti”. Pertanto, a seguito del blitz delle forze dell’ordine nei canili lager, le Autorità hanno intimato al Comune di Sarno, nella persona del sindaco Giuseppe Canfora, di “Prelevare ad horas i cani alloggiati presso i canili gestiti dalla ditta e ricollocarli nel minore tempo possibile presso altre strutture ricettive”. Gli animali in questione, accalappiati sul territorio di Sarno e trasferiti nei canili-lager, sono risultati essere 13 cani, di cui uno ricoverato per grave stato di salute presso un centro di assistenza veterinario. Il Comune di Sarno, in riscontro a tale comunicazione, si è impegnato nel trasferire i cani presso la struttura “Canile Recano & Company” di Giugliano in Campania al prezzo di 3 euro al giorno per animale.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2