banner agro

Sarno. Emergenza ospedale, altre dimessioni: Ginecologia rischia di “scomparire”. Il Parlamentare Mari si scaglia contro la Regione

04 Dicembre 2022 Author :  

di Danilo Ruggiero 

Ospedale di Sarno, il reparto di Ginecologia rischia di “scomparire” già da fine anno. Un altro medico si è dimesso. Ora gli specialisti sono soltanto tre e diventa impossibile garantire i turni. Il parlamentare Franco Mari si scaglia contro la Regione «Il “Villa Malta” rischia di essere uno scheletro vuoto. E’ stato smantellato». Anche un altro dirigente medico del reparto di Ginecologia e Ostetricia ha deciso di lasciare il proprio incarico all’Ospedale di Sarno. Si tratta della dottoressa Maria Falco che dal 1 febbraio 2023 cesserà il servizio in città per trasferirsi in un altro presidio ospedaliero. Qualche mese prima, la stessa decisione l’aveva presa anche la dottoressa Valeria Frega la quale, a partire dal 1 gennaio 2023, non sarà più in servizio a Sarno. Restano, dunque, soltanto tre medici ginecologi a dover garantire dei turni h24, per 7 giorni a settimana, in un reparto dove nascono 500 bambini all’anno e vengono erogate centinaia di prestazioni sanitarie. Il destino del reparto di Ginecologia, quindi, appare inevitabilmente compromesso se non arriveranno nuovi medici al più presto a rinforzare l’organico. Sulla questione è intervenuto il deputato salernitano Franco Mari che ha incontrato una rappresentanza del personale sanitario del “Villa Malta” e parlato di una situazione critica anche per il reparto di Ortopedia «La situazione è a dir poco allarmante da come c’è stato spiegato. Infatti, se entro il 15 dicembre non si riuscirà a trovare il personale medico necessario, i reparti di Ginecologia e Ortopedia rischieranno la chiusura- ha spiegato il parlamentare di “Alleanza Verdi e Sinistra”- l’ospedale di Sarno rischia di diventare uno scheletro vuoto, un sepolcro imbiancato, destino purtroppo condiviso anche da altri presidi ospedalieri della Campania. Anni di mala gestione e clientelismo politico hanno portato l’intero settore della sanità nella nostra regione a un punto critico». Quale può essere una soluzione per evitare la chiusura dei reparti e tamponare la carenza di medici? Il deputato Mari afferma «La soluzione c’è e sarebbe anche a portata di mano, vista la procedura concorsuale per 156 medici scaduta lo scorso 21 novembre. Se c’è la volontà politica di risolvere realmente il problema, anziché chiamare i dottori “a gettone”, entro Natale le procedure concorsuali potrebbero essere espletate ed avere così i medici di cui si necessita. Tutto però dipende dalla volontà politica del governo regionale. È questo il terreno in cui si misura l’asservimento del pubblico al privato e noi saremo pronti a far sentire la nostra voce. Noi- ha concluso il deputato- ci batteremo all’interno delle istituzioni, a partire dal Parlamento, per combattere lo smantellamento della sanità campana e in particolare per il presidio ospedaliero di Sarno».

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2