Gori. Morosità per Gambino? Lettera aperta del consigliere.

01 Aprile 2016 Author :  

“Servizio idrico integrato erogato da Gori Spa. Morosità utenza intestata a Gambino Alberico. Sollecito, messa in mora e preavviso di sospensione. Denuncia violazione L.R. 15/2015 art.20 comma bis aggiunto da art.7 comma 3 L.R.18 gennaio 2016 n.1. Invito a verifiche ispettive. Richiesta rateizzazione importo ritenuto dovuto.” E’ l’oggetto di una lettera pubblica a firma del Presidente del Gruppo Consiliare di FDI Alberico Gambino - inviata all’Amministratore Delegato ed al Direttore Generale della Gori Spa, al Commissario Straordinario dell’Ato3, all’Assessore Regionale all’Ambiente, all’Autorità Garante della Concorrenza dei Mercati ed ai Sindaci dell’Ato3- a seguito di "sollecito, messa in mora e preavviso di sospensione del Servizio Idrico da parte di Gori Spa" relativamente all'utenza a lui intestata. 

Gambino, nella triplice veste di Utente- Presidente del Gruppo Consiliare Regionale FDI e cittadino domiciliato nel Comune di Pagani, rileva "comportamenti aggressivi nei confronti degli utenti, nonostante le pesanti sanzioni inflitte dall'Autorità Garante della Concorrenza e dei Mercati e le precise, inderogabili ed impositive disposizioni della Legge Regionale 15 del 2015" e ricorda "che l'utenza morosa insiste nel territorio comunale di Pagani la cui Amministrazione ha concesso a Gori Spa la rateizzazione dell'importo non pagato (e senza interessi) in 21 rate bimestrali". 

Pertanto, il Consigliere Regionale chiede: 
- a Gori di fargli pervenire copia integrale delle fatture ritenute non pagate relativamente all'utenza a lui intestata e di autorizzare, contestualmente la rateizzazione dell'importo ritenuto dovuto non in 36 rate (come imposto dall'art.20 co.4.bis della Legge regionale 15/2015) ma in 21 rate bimestrali come concesso a Gori dal Comune di Pagani. "Ovviamente- scrive Gambino- laddove l'assurda transazione dovesse essere modificata la rateizzazione da me richiesta sarà rapportata e riferita a 36 rate mensili"
- all'Assessore Regionale all'Ambiente ed al Commissario Ato3 di verificare quanto da lui dichiarato e di imporre (tenendo conto delle sanzioni dell'Autorità Garante- a Gori Spa di ritirare tutte le comunicazioni similari inviate e di adeguare i propri comportamenti operativi a quanto le norme dispongono
- all'Autorità garante della Concorrenza e dei Mercati di verificare il comportamento che Gori continua a portare avanti e che non risulta modificato nonostante le prescrizioni e le sanzioni e di imporre alla società di adeguare le sue attività alle norme introdotte dalla Legge regionale 15/2015 in materia di rateizzazione degli importi e di distacco dell'erogazione del servizio. 

Infine Alberico Gambino invita: 
- i Sindaci dell'Ato3 a rendere noto ai propri cittadini i contenuti delle disposizioni normative recate dalla Legge 15 e a pretendere dalla Gori il rispetto di esse 
- gli utenti del Servizio Idrico reso da Gori a chiedere e pretendere il rispetto delle disposizioni introdotte, di chiedere- nel caso di posizioni debitorie pregresse - la rateizzazione degli importi in minimo 36 rate o in numero maggiore a seconda della condizione economica del singolo 
- gli utenti domiciliati a Pagani a chiedere la rateizzazione degli importi pregressi in 21 rate bimestrali così come concesso dall'Amministrazione Comunale di Pagani a Gori Spa.

Inoltre il Consigliere Gambino comunica di provvedere, attraverso bollettino postale, la prima rata provvisoria del maggiore importo ritenuto dovuto da Gori Spa in attesa delle autorizzazione scritta alla richiesta di rateizzazione e diffida la società dall'avviare azioni operative tese al distacco dell'erogazione idrica presso l'utenza a lui intestata. 

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2