Scafati. Un anno di amministrazione, Russo: "Si poteva e doveva fare molto meglio"

11 Giugno 2020 Author :  

Il Un anno di amministrazione Salvati raccontato dal suo avversario alle scorse amministrative Michele Russo. "10 Giugno 2019, poco dopo la mezzanotte, dopo aver conosciuto l’esito della tornata elettorale, incontrai il mio avversario - come si vede nella foto - e gli feci le congratulazioni augurandogli buon lavoro. - scrive Michele Russo - Scafati usciva, da un momento complesso, a seguito dello scioglimento, e riconosciamolo nessuno era soddisfatto dell’operato dei Commissari. Sapevamo che si sarebbe trattato di cominciare un duro lavoro, per il rilancio della nostra città. I problemi principali che si sarebbe trovata ad affrontare la nuova amministrazione erano sicuramente: Situazione economica sull’orlo del dissesto. Opere pubbliche ferme. Piano Urbanistico Comunale fermo. Organico comunale da tempo sotto-dimensionato. Pulizia della città carente. Pubblica illuminazione con guasti e disservizi continui. L’ho detto sin dal primo giorno di campagna elettorale, che chiunque avesse vinto, non avrebbe avuto la bacchetta magica, e quindi non avrebbe potuto risolvere in breve tempo tutti i problemi della città tuttavia con impegno e passo dopo passo si poteva avviare la risalita, ridare slancio ad una città ferma e moralmente depressa.
La consapevolezza iniziale mia, e di tanti cittadini, che la situazione non fosse semplice, tuttavia, con il passar del tempo è stata sovrastata dalla constatazione che Sindaco e maggioranza più trascorrevano le settimane, i mesi, e più ci mettevano del loro per complicare un quadro già complesso.
Limitandoci solo alle circostanze più note ed evidenti, tanto per fare qualche esempio, possiamo ricordare: avvicendamento di tre assessori al bilancio in meno di un anno,
responsabile dell’ufficio ragioneria autorizzato ad andare via e sostituito solo dopo alcuni mesi, a sua volta da un funzionario che andrà via a fine Luglio prossimo,
polizia municipale ed ufficio tecnico oggetto di ulteriori avvicendamenti non programmati per tempo, deleghe importanti ed impegnative quali urbanistica, ambiente, fondi pics, in capo al Sindaco, avvicendamento di due assessori ai LLPP, deleghe al contenzioso, al commercio, al PIP, alla pubblica illuminazione, che girovagano tra assessori e consiglieri, come una giostra impazzita.
I risultati sono sotto gli occhi di tutti, i problemi della città sono rimasti gli stessi che sussistevano all’atto dell’insediamento della nuova amministrazione, con una sola differenza: in molti casi si sono accentuati.
Tutto quanto sta accadendo non è frutto del caso e di circostanze assolutamente imprevedibili, ma di una fusione a freddo di tante anime e gruppi che dal primo giorno hanno stentato a trovare intese durature e di merito sui problemi da affrontare. Anche noi abbiamo costruito una coalizione elettorale, ed anche noi puntavamo a vincere ma non a tutti i costi. Lo dissi a chi sollecitava, intese, solo in nome di questo principio - vincere a tutti i costi-. Rifarei tutto ciò che ho fatto e di cui mi assumo la piena responsabilità. La sconfitta con il suo valore.
Sappiamo bene quali siano i ruoli in campo: chi ha vinto le elezioni ha il diritto ed il dovere di governare per cinque anni, chi è stato collocato dal popolo all’opposizione come noi, ha il dovere di esercitare critica e controllo. Entrambi i ruoli sono fondamentali per la tutela degli interessi della collettività e vanno esercitati guardando solo al bene della città.
Ed è proprio pensando al bene della città che temiamo, che senza una decisa inversione di rotta, della quale stentiamo ad intravedere la possibilità, questa Amministrazione finirà con il produrre un deciso peggioramento delle problematiche cittadine.
Se a ciò dovesse aggiungersi anche la perdita di parte delle cospicue risorse economiche provenienti dalla Regione Campania e dai fondi Europei che attualmente ammontano a 31 milioni di Euro, saremmo davvero in presenza di una sciagura. Come evitarla?
Occorrerebbero maggiore consapevolezza, dedizione, studio ed approfondimenti “tecnici”, nell’amministrazione della città. Francamente stentiamo ad intravedere chi possa metterli in campo attualmente".

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2