Sarno. Tensione in maggioranza. I centristi pensano all'unione, il PD si spacca

08 Settembre 2020 Author :  

di Danilo Ruggiero 

Partito democratico debole, i centristi pronti a divenire il partito di "forza" in consiglio comunale. Tremano i dem. Sono giornate frenetiche, con incontri e trattative serrate per alcuni degli esponenti politici della maggioranza guidata dal primo cittadino di Sarno Giuseppe Canfora. Un rimpasto dell’esecutivo che, adesso, sembra sempre più imminente. Una crisi scaturita dalla nascita del gruppo “Sarno in Movimento”, guidato dal consigliere Renzo Bacarelli, e che ora vede coinvolti anche i restanti gruppi consiliari. L’iniziatore Bacarelli, insieme ai colleghi Emilia Esposito e Franco Robustelli, questi ultimi fuoriusciti dal gruppo del Partito Democratico, nei mesi scorsi aveva messo in difficoltà l’esecutivo del sindaco Canfora con lo scopo di ridisegnare l’egemonia decisionale della politica locale. Un atto di forza che ha scosso anche gli altri gruppi consiliari. In particolare quello di “L’Italia è Popolare” e di “Canfora Sindaco” formati da ex esponenti dell’Udc che, secondo indiscrezioni provenienti da Palazzo San Francesco, adesso sarebbero pronti alla fusione diventando il partito di maggioranza con quattro consiglieri comunali, più la carica di Presidente dell’Assise di Giuseppe Esposito. Una fusione che permetterebbe ai centristi di mettere in discussione il ruolo del vice sindaco Roberto Robustelli e di altre deleghe assessoriali. Difatti, un accordo pre-elettorale tra il leader della coalizione Canfora e la civica “Italia è Popolare” vedeva già uno scenario simile, con Francesco Squillante vice sindaco e Giuseppe Esposito assessore alle politiche sociali. Proprio il ruolo di Esposito è quello maggiormente messo in discussione in questi giorni, con alcuni consiglieri pronti ad una mozione di sfiducia nei confronti dell’attuale Presidente dell’Assise. Alla finestra vi è già Gianpaolo Salvato, capogruppo del Pd, che non avrebbe nascosto l’ambizione di ricoprire il ruolo e che giova di una folto numero di sostenitori tra i democratici. Inoltre tiene banco anche la questione legata alle dimissioni dell’assessore Vincenzo Salerno, il quale nonostante gli inviti ad un ripensamento del sindaco Canfora, è pronto ad abbandonare l’esecutivo. Al suo posto, indiscrezioni sempre più insistenti parlano del subentro di Giuseppe Sodano, esponente non eletto tra le file Partito democratico ma ora vicino al gruppo di Bacarelli. Le deleghe di Salerno, però, resteranno nella mani del primo cittadino che assumerà a se il ruolo di guida delle Politiche Culturali e dei Servizi scolastici. In tale scenario resta ad osservare, e a mediare tra le parti, il gruppo consiliare di Crescenzo Correa “Impegno e Passione”.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2