×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 8742

Stampa questa pagina

Terremoto: "Sono 293 i beni culturali colpiti, 50 gravemente danneggiati"

25 Agosto 2016 Author :  

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, sin dalle prime ore successive al sisma che ha colpito l’Italia centrale ha attivato l’unità di crisi del ministero dei beni culturali, in stretto coordinamento con il Comandante del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale. Il MiBACT sta inoltre partecipando con i propri rappresentanti al Comitato Operativo della Protezione Civile. Nelle aree interessate dalle principali scosse in Lazio, Marche e Umbria sono già presenti i carabinieri dei tre comandi regionali per la Tutela del Patrimonio che stanno provvedendo a una prima verifica e valutazione dei danni e la messa in sicurezza del patrimonio culturale anche al fine di prevenire sottrazioni dolose. L’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro ha già elaborato l’elenco dei beni di interesse culturali presenti nel territorio. Sono già attive le unità di crisi Regionali del MiBACT di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria che, d'intesa con gli istituti del Ministero e le Soprintendenze Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle aree coinvolte, stanno individuando anche le località adeguate al deposito dei beni culturali mobili danneggiati o a rischio. Da questa mattina si è riunita l'unità di crisi nazionale del MIBACT che ha prediposto le linee di intervento e l'invio delle squadre dei tecnici, operazione, quest'ultima, che potrà avvenire solo a conclusione della fase della prima emergenza in cui ci si deve preoccupare di salvare le vite e assistere le popolazioni colpite. I tecnici procederanno quindi alla verifica e alla successiva mappatura e censimento dei danni al patrimonio culturale. "Sono 293 i beni culturali colpiti solo nella zona più ristretta, di cui 50 gravemente danneggiati o crollati". Lo ha detto il ministro della Cultura Dario Franceschini, annunciando i primi dati sui danni provocati dal terremoto al patrimonio dell'arte del Centro Italia. I Comuni colpiti "chiedono una ricostruzione dei borghi storici che sia fedele all'immagine che nei secoli hanno conservato, credo che sia una sfida da raccogliere", ha aggiunto.

DOMENICA AL MUSEO: L’INCASSO DA DEVOLVERE PER I PAESI TERREMOTATI - "Tutti gli incassi dei musei statali della prossima domenica 28 agosto saranno destinati ai territori terremotati". Lo dichiara il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini invitando tutti gli italiani ad “andare nei musei in segno di solidarietà con le popolazione coinvolte dal sisma della scorsa notte”. Grazie a questa prima misura straordinaria - che si aggiunge a quelle già ordinariamente previste e alle ulteriori misure che il governo adotterà - il MIBACT destinerà gli incassi dei musei e delle aree archeologiche statali di domenica 28 agosto a interventi sul patrimonio culturale danneggiato dal sisma.

Articoli correlati (da tag)