Viaggi a spese della Ifil: i pm di Salerno hanno chiesto il processo per concorso in bancarotta fraudolenta per Piero De Luca, il figlio del governatore della Campania Vincenzo De Luca, nell'ambito del processo per il crac della Ifil. A riportare la notizia è La Repubblica. Con De Luca junior, che è membro dell'assemblea nazionale del Pd, sono indagati anche Mario Del Mese - nipote dell'ex parlamentare dell'Udeur Paolo Del Mese - Emilio Ferraro, che è stato socio del figlio del governatore in uno studio legale, e altre cinque persone. L'accusa per tutti è di aver concorso al fallimento fraudolento della società, "distraendo o comunque dissipando il denaro di cui avevano disponibilità per ragioni connesse alla gestione utilizzandolo per fini diversi". Così a De Luca jr viene contestato di aver usufruito del pagamento di viaggi a Lussemburgo (sede di lavoro di De Luca jr) per complessivi 23.026 euro tra il 2009 e il 2011, ma pagati dalla Ifil di Mario Del Mese. A Del Mese, invece, di aver utilizzato impropriamente il denaro della srl (29 mila euro circa) per acquistare arredi per la sua abitazione. Sempre la Ifil, "in assenza di qualsivoglia rapporto commerciale", avrebbe eseguito pagamenti a favore della Ma.Ma., società della moglie di Giuseppe jr Amato, Marianna Gatto, per 92.200 euro, ventimila di questi dati direttamente alla coppia di coniugi.
Pagina 24 di 26

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2