Chiusura dei reparti dell’ospedale, ora è scontro politico, tra Romano, il sindaco e il Pd.

08 Marzo 2016 Author :  

di Carmine Pecoraro

MERCATO SAN SEVERINO – Sulla chiusura dei reparti dell’ospedale Fucito, e scontro politico tra il sindaco Giovanni Romano, il Pd e il comitato profucito. Secondo Romano, infatti, se sono stati chiusi i 5 reparti del nosocomio la colpa è della regione attualmente governata del centro sinistra. Pronta la replica del Pd, attraverso i consiglieri comunali Fabio Iannone e Carmine Ansalone, e del consigliere regionale Tommaso Amabile, e del segretario del Pd di Fisciano Giovanni Scafuri. “Il decreto 49 – dice Fabio Iannone – è stato approvato dalla giunta Caldoro, e io mi chiedo, lui dov’era essendo assessore Regionale all’epoca. Romano ha fatto il sindaco per 5 anni, e per 4 l’assessore regionale, ed abbiamo assistito in questi anni al deterioramento dell’ospedale. Noi abbiamo chiesto un consiglio comunale per poter presentare un ricorso contro la chiusura dei reparti, e stiamo attendendo la convocazione da parte del presidente dell’assise Mauro Iannone”. Sulla stessa linea anche il dottor Vincenzo Sica, presidente del comitato profucito, che dal 22 dicembre scorso si sta battendo come un leone con manifesti, volantini, articoli di Giornale, assemblee, per far riaprire i reparti chiusi ed evitare lo smembramento del nosocomio. “Romano dopo 4 mesi si è svegliato dal suo letargo, intervenendo in modo sbagliato sulla chiusura dell’ospedale. Se fossi stato al suo posto io mi sarei incatenato davanti all’ospedale per evitare il trasferimento dei reparti dell’ospedale di Curteri al Ruggi, non so, perché adesso si sia attivato, penso, forse, per la paura di perdere consensi. Il sindaco di una comunità – conclude Sica – al primo punto della sua politica deve mettere la salute del cittadino. Tra l’altro Romano, a conferma del suo disinteresse verso il nosocomio, non ha mai partecipato a nessuna iniziativa, compresa la fiaccolata per le strade della sua città, per salvare l’ospedale, alla quale erano presenti circa 2000 persone. Infine mi chiedo come mai al contrario del suo collega di Cava Servalli, non ha presentato ricorso al tar contro la chiusura dei reparti”. Intanto questa mattina i responsabili del comitato, Profucito Luca e Daniele Picarella, Vincenzo Sica e Giuseppe Saggese, doneranno, in occasione della festa delle donne, una mimosa a tutte le pazienti e a tutte le addette che operano nel nosocomio, non solo come gesto di stima e cortesia verso le donne, ma anche per sensibilizzare le stesse verso la battaglia che stanno facendo. Il comitato inoltre ha anche chiesto un incontro con il rettore e i sindaci di tutti i comuni della zona per ottenere il loro sostegno in questa delicata battaglia.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2