×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 567

Castel San Giorgio. Dopo il consiglio, maggioranza Sammartino sempre più in crisi

24 Marzo 2016 Author :  

Castel San Giorgio. Si è tenuto ieri sera il consiglio comunale convocato dal primo cittadino Pasquale Sammartino dopo aver ritirato le cariche di tutti i componenti della sua amministrazione. A quasi dieci mesi dalla sua elezione, la situazione in cui si trova il dottore Sammartino non è delle più rosee, una situazione scandita da continue crisi politiche ed incomprensioni non solo tra maggioranza e minoranza ma la maggioranza stessa che non ha condiviso alcune decisioni del sindaco. Il consiglio comunale tenutosi ieri aveva come argomento all’ordine del giorno la convenzione con la San Giorgio Servizi. Il consigliere di maggioranza Giuseppe Velluto annuncia la sua uscita dalla maggioranza insieme a Manuel Capuano e Francesco Spinelli, formando gruppo a parte all’interno della maggioranza stessa. Crede ancora nella possibilità di un nuovo inizio Fiorenzo Lanza che accusa il PD e Andrea Donato della situazione di immobilismo politico in cui versa l’amministrazione comunale di Castel San Giorgio. Manuel Capuano, invece, definisce una vergogna la lettera ai cittadini del sindaco Sammartino e il suo conseguenziale  ritiro delle deleghe giustificando la sua assenza al consiglio comunale scorso come un casuale ritardo. Capuano denuncia anche l’importanza che il sindaco riserva principalmente ai suoi consiglieri di orientamento pd (Aniello Capuano, Lamberti e Maria Giovanna Di Leo, ndr) di tutti e 8 i consiglieri di maggioranza. Anche Aniello Gioiella ha parole di critiche nei confronti del primo cittadino affermando che c’è stata volutamente l’intenzione di escludere i consiglieri di orientamento politico diverso rispetto al PD. Giovanni De Caro, consigliere di minoranza, parla direttamente al sindaco affermando che è la sua stessa maggioranza a definirlo “incompetente” e che la stessa lettera scritta da Sammartino ai cittadini non è altro che l’ennesima manovra del Partito Democratico e ribadendo che in questi mesi la nuova amministrazione comunale non è riuscita a fare nulla per il paese. Conclude il consiglio il primo cittadino Sammartino sottolineando l’urgenza di un consiglio straordinario per la necessità di pagare gli stipendi ai lavoratori. Il mancato consiglio del 18 marzo aveva congelato i pagamenti in quanto aveva messo in discussione le convenzioni stesse. Il ritiro delle deleghe sarebbe partito da questo: dipendenti della San Giorgio Servizi avrebbero parlato con il sindaco denunciando le loro difficoltà economiche. La mancata responsabilità degli assenti avevano alimentato queste loro difficoltà in quanto, con la loro assenza, avevano impedito di discutere nel consiglio delle convenzioni e quindi procedere con i pagamenti. Il consiglio viene concluso con la votazione all’unanimità delle convenzioni e con la dichiarazione da parte dei consiglieri di maggioranza Gioiella, Alfieri, Sica e Lanzara di continuare in maggioranza ma con riserva. Con l’uscita dalla maggioranza di Velluto, Spinelli e Capuano, che costituiranno gruppo a parte, Sammartino conta una maggioranza di 9 consiglieri, di cui 4 hanno espresso la loro riserva. Tutto resta ancora fortemente in crisi.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2