Fondi fantasma per il Pip, Agovino: "Sarnesi trattati come polli"

03 Maggio 2016 Author :  

Sarno. Area Pip completamente abbandonata e fondi per il completamento dell'area inesistenti: l'opposizione attacca il sindaco di Sarno e presidente della provincia Giuseppe Canfora e chiede, attraverso una interpellanza al Sindaco, di gestire in house le attività per il completamento delle opere e la definitiva consegna delle stesse, e di abbandonare definitivamente questi carrozzoni politici.  "Dopo l’ennesimo consiglio comunale chiesto dalle minoranze, - scrive in una nota il consigliere di Forza Italia Giuseppe Agovino - per risolvere il problema dell’area industriale, sugli organi di stampa il Presidente della Provincia di Salerno e Sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora,  emanava  l’ennesimo proclama , comunicando il finanziamento di 5.000.000 di euro da a parte della Regione Campania, per il completamento del P.I.P. di Sarno.

Su proposta dello stesso Presidente della Provincia di Salerno, veniva precedentemente approvata la modifica della Agro Invest  S.p.a. per la trasformazione della stessa in società a totale partecipazione pubblica, nonché il cambio di denominazione in  Agenzia per  lo Sviluppo del Territoriale della Valle del Sarno S.p.a ; tale modifica avrebbe dovuto consentire, come sostenuto dallo stesso Presidente della Provincia di Salerno ,   la concessione del finanziamento delle Opere di Urbanizzazione per il Piano Insediamento Produttivo della nostra città, e la relativa gestione direttamente in capo alla nuova Azienda;

Interpellata in merito, la Regione Campania, attraverso il preposto dirigente, ha negato l’esistenza di un finanziamento regionale a favore del Pip di Sarno e meglio specifica, che il Comune non si è attrezzato per tempo,  e che la stessa Agenzia per  lo Sviluppo del Territoriale della Valle del Sarno S.p.a ,  non è riconosciuta come soggetto finanziabile;

Questa Amministrazione sta esponendo  il Comune di Sarno, alla reale  possibilità di trovarsi a dovere onorare una enorme situazione debitoria . Un risultato del genere metterebbe a dura prova i già traballanti conti dell’Ente locali, provocandone il dissesto finanziario, atteso che  la Cassazione si è infine pronunciata con la decisione n. 22209 del 2013, che ha dichiarato fallibile una società  anche se a capitale pubblico. Siamo spossati da questo “continuum”  di editti e/o  proclami non rispondenti al vero. Chiediamo pertanto con vigore che si facciano tutti le azioni necessarie per la fuoriuscita definitiva dell’Ente , dalla Agenzia per  lo Sviluppo del Territoriale della Valle del Sarno S.p.a , in maniera tale da evitare che i danni  erariali ricadano sul Comune di Sarno e su tutta la collettività, e si riporti in hause la gestione dell’area, fino al completamento delle opere e la definitiva consegna dell’area e nel contempo che chi ha dato notizie mendaci alla cittadinanza, con il mero scopo di nascondere la verità, si dimetta seduta stante, dall’incarico che ricopre, essendo venuti meno i presupposti dell’onestà intellettuale, nei confronti della popolazione tutta. Con molta probabilità in nostro Sindaco, si è “ fatto persuaso “ per usare un intercalare del Commissario Montalbano, che i propri concittadini facciano parte del CISPO (Comitato Italiano per la Salvaguardia del Pollo Occasionale)".

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2