×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 729

San Valentino Torio. Due anni di governo Strianese: "Stiamo raddrizzando la barca nonostante tutto"

23 Maggio 2017 Author :  

“Stiamo portando avanti il paese, stiamo raddrizzando la barca”. E’ questo il messaggio che ieri mattina il sindaco Michele Strianese e la sua amministrazione hanno voluto dare alla città attraverso la conferenza stampa tenutasi nella nuova, bella e luminosa sala consiliare del riqualificato palazzo municipale. Un bilancio sui primi due anni di amministrazione Strianese a San Valentino Torio. Un incontro - conferenza, aperta alla città, per fare un punto su quanto è stato fatto in questi primi due anni di amministrazione e su quanto resta da fare. Un bilancio soddisfacente, secondo Strianese, nonostante le enormi difficoltà economiche e la criticità delle casse comunali, ha voluto rispondere attraverso l’elenco delle cose ai tanti, e in particolare all'opposizione, che lo accusano di non aver fatto niente.

"Stiamo assistendo ad un attacco violento da parte di una frangia di opposizione contro questa amministrazione. Questi stessi personaggi sono quelli che non partecipano alla vita politica e in questi due anni non hanno mai fatto una proposta, ma solo polemiche. Ringrazio tutti i 9 consiglieri che mi stanno sostenendo in questi due anni di amministrazione perché insieme stiamo portando avanti questo paese. Abbiamo trovato una situazione economica finanziaria non facile, una gestione scellerata della cosa pubblica. Non si possono sempre accusare i tecnici ma ci sono delle grandi responsabilità politiche. Abbiamo dovuto approvare un piano economico finanziario perché chiestoci dalla Corte dei Conti, in modo da riequilibrare il bilancio. Ma nonostante tutto abbiamo abbassato le tasse, in particolare abbiamo abbassato del 20% le tariffe cimiteriali e nei prossimi anni il nostro obiettivo è quello di abbassare anche le altre tasse, ce la stiamo mettendo tutta per mettere la barca in sesto perché, ripeto, abbiamo trovato una situazione davvero critica”.

LE COSE FATTE E GLI OBIETTIVI DEI PROSSIMI ANNI - “L'obiettivo è ridurre le tasse con una gestione responsabile, accorta. In passato venivano fatti lavori senza avere soldi in cassa, in questo modo si sono creati contenziosi su tutto che noi oggi stiamo pagando con la nostra amministrazione, un prezzo durissimo. Abbiamo trovato contenziosi su tutti i lavori pubblici, sul campo sportivo che, oltre a un’inchiesta aperta, c'è un contenzioso aperto. Sul parcheggio a raso un contenzioso di 300 mila euro. E poi contenziosi aperti sulla scuola elementare in via Sottosanti, sulla scuola materna di via Terzi; in via Orto un contenzioso su espropri non pagati. È vero che abbiamo trovato anche dei progetti avviati come la riqualificazione dell'intera casa comunale, ma è vero però che noi abbiamo avviati i lavori e in soli sei mesi abbiamo realizzato tutto, senza avere strascichi finanziari. Abbiamo realizzato il lavoro delle rotatorie e in questo modo abbiamo riqualificato quattro punti del Comune di San Valentino. Abbiamo messo lo sportello Gori, ed è uno dei più efficienti dell'intero territorio tanto che da altri comuni vengono presso il nostro sportello. Abbiamo messo, all'interno della casa comunale, lo sportello della San Valentino servizi alla quale azienda abbiamo trasferito il servizio per le affissione dei manifesti, ed abbiamo regolamentato anche quel settore. Per quanto riguarda gli incarichi legali abbiamo creato una short list per affidare a rotazione incarichi e non accontentare sempre gli stessi. Certo ci troviamo come tutti i comuni e come pure le province in una situazione economica non buona e solo attraverso una gestione amministrativa adeguata possiamo permetterci di fare qualche investimento. Finora noi come Comune non abbiamo chiesto soldi ai cittadini ma tutti i lavori fatti li abbiamo fatti grazie a dei fondi pervenuti da enti superiori, dobbiamo per il futuro avere il coraggio anche di dismettere alcuni beni comunali che non sono utili per cercare di risanare e per avere la possibilità di programmare per il futuro ma, soprattutto, l'obiettivo è quello di diminuire sempre di più la spesa corrente e razionalizzare le spese. In questi primi due anni abbiamo realizzato il dieci strade, sempre non togliendo soldi ai cittadini, attraverso degli interventi della Gori. Abbiamo sistemato vico Crispi, da sempre un problema per San Valentino Torio, e dalla Gori noi abbiamo cercato di ottenere il massimo e il fatto che ci hanno riqualificato le strade che non venivano toccate da danni è stato per noi una grande cosa. Gli obiettivi per i prossimi anni sono la sicurezza del territorio e la sicurezza delle scuole questi devono essere impegni della nostra amministrazione per i prossimi anni. Insieme alla Provincia sono stati approvati altri progetti per la riqualificazione delle strade provinciali. A breve partiranno i lavori per la strada provinciale 6 Sarno Nocera, i lavori del primo stralcio, che comprende la prima parte della strada provinciale che va dalla rotatoria nuova verso Sarno, inizieranno non appena la Gori avrà finito la rete idrica, perché abbiamo preteso prima i lavori della rete idrica. E’ stato fatto il progetto per la riqualificazione della strada provinciale 102, via Diaz, lavori che non venivano fatti dal 2004. Quando qualcuno parla di programma non sa nemmeno di cosa parla. Abbiamo cofinanziato il progetto videosorveglianza, stiamo riorganizzando l’ufficio tecnico, quando siamo arrivati c'era un solo dipendente ora abbiamo firmato una convenzione con l'Ordine dei Geometri per mandarci dei Geometri per fare tirocinio. Abbiamo avviato il progetto per il condono. E’ nostra intenzione, inoltre, creare una commissione paesaggistica”.

CULTURA E POLITICHE SOCIALI – “Stiamo collaborando con tutte le associazioni, dal punto di vista culturale e dal punto di vista sociale abbiamo intrapreso, sin dal primo momento, delle ottime collaborazione con le associazioni, noi collaboriamo con tutti. Abbiamo fatto rivivere il Carnevale a San Valentino Torio, visto che quando siamo arrivati era completamente una manifestazione morta, noi l'abbiamo riqualificata. Per due volte, grazie alle nostre iniziative, è arrivata anche la Rai per riprendere i nostri eventi. Inoltre, abbiamo ottenuto dalla Telecom la fibra ottica visto che San Valentino Torio, insieme a un piccola parte del territorio di San Marzano, era l’unica città stranamente ad essere tagliata fuori dal progetto fibra ottica, grazie al nostro interessamento. Dunque, stiamo valorizzando tutto, non stiamo tralasciando nulla”.

AREA INDUSTRIALE ED EX MERCATO E PUC – “Per quanto riguarda la zona industriale abbiamo fatto una variante al Puc per spostare la zona industriale da via San Severino in un altro luogo: o in via Sciulia o via Zeccagnuolo, queste sono le nostre indicazioni, poi sarà il tecnico a decidere. Sull’area ex mercato, è intenzione di questa amministrazione voler alienare l'area perché è inutilizzabile, facendo cassa facciamo altre cose per la città reinvestiamo in servizi per i cittadini. Sulla stessa area vorremmo creare un vincolo perché anche il privato che acquista quel terreno potrebbe creare qualcosa per la città, al servizio dei cittadini”. Sulla questione Puc e la revoca dell’incarico al professore Visone dopo l'arresto. “Stiamo pensando di affidare l'incarico a professionisti interni, una soluzione interna per fare in modo di non far cacciare ulteriori soldi ai cittadini e non gravare sulle tasche dei cittadini anche perché la progettazione del Puc è in una fase comunque finale”.

INQUINAMENTO FOSSO IMPERATORE - “E’ partita una nuova denuncia da parte di questa amministrazione diretta al Comune di Nocera Inferiore e alla Procura della Repubblica, affinché, questo problema si risolva in fretta visto. Noi in tutta questa vicenda siamo parte lesa e non possiamo più sostenere e accettare questo stato di cose. Quindi invitiamo chi di dovere a prendere i provvedimenti al più presto, altrimenti noi andiamo avanti per la nostra strada e denunceremo nelle sede opportune questo stato di cose”

QUESTIONE PALAZZO FORMOSA – Infine la questione scottante “Palazzo Formosa”, acquistato e valorizzato dall’amministrazione Luminello, diventato fiore all’occhiello, tanto da diventare palazzo d’onore e sede comunale, oggi con la riqualificazione del municipio, il Palazzo Formosa è completamente chiuso. Ed è certamente questa una cosa che non va giù ai cittadini. Ed è stato proprio un cittadino a fare la domanda a Strianese sul futuro di Palazzo Formosa “Ora è una struttura completamente chiusa e viene riaperto solo in occasione di qualche evento. Su questo c'è una discussione molto accesa in città e la stessa amministrazione sta ragionando sul futuro di palazzo Formosa. Certamente non vogliamo dismetterla a priori, ma di certo una decisione bisogna prenderla pure perché è una spesa per il Comune che noi non ci possiamo permettere. Per questo stiamo pensando i coinvolgere i cittadini nella scelta o attraverso una petizione, oppure attraverso un referendum, ci stiamo ragionando”.

Video

"Due anni di Michele Strianese sindaco di San Valentino Torio"

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2