Scafati. Emergenza fiume Sarno, Costa: "Dobbiamo creare un tavolo congiunto per la bonifica"

24 Novembre 2018 Author :  

"Facciamo un tavolo congiunto e decidiamo cosa fa il Governo, cosa fa la Regione e cosa fanno i Comuni". Lo ha detto stamane a Scafati il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, parlando dell'emergenza ambientale del fiume Sarno durante un incontro promosso dal locale MeetUp. "Uno dei problemi per cui questa vicenda non si e' risolta - ha spiegato Costa - e' che ci sono tutta una serie di organi della pubblica amministrazione che fanno qualcosa ma non lo fanno in rete tra loro. Se costruisco i depuratori ma non i collettori per portare le acque chiare o scure dal suolo comunale al depuratore, questo depuratore a cosa serve? Ora si stanno costruendo i collettori ma i depuratori sono superati e si devono ricostruire. Mi sembra la tela di Penelope". Il rappresentante del dicastero all'Ambiente ha anche annunciato che il 15 dicembre tornera' a Scafati per effettuare un sopralluogo. "Voglio vedere da vicino, da investigatore e da ministro, questi problemi. Devo annusare quell'aria che annusate ogni giorno. Devo vedere le plastiche, il problema delle griglie, il depuratore che e' diventato una discarica, i collettori perche' sono fermi a cento metri da quel depuratore".

 

VISITA MINISTRO SERGIO COSTA A SCAFATI CON IL MOVIMENTO 5 STELLE

Un vero e proprio vertice istituzionale quello che si è tenuto nella città di Scafati questa mattina alla presenza del Ministro Sergio Costa e di portavoce europei, nazionali, regionali e comunali insieme agli attivisti del territorio.

Tema principale dell'incontro, la problematica relativa all'inquinamento del fiume Sarno e la necessità di attivare in tempi celeri il risanamento e la bonifica.

Un impegno per garantire il risanamento del fiume Sarno partendo dalla sinergia tra enti ed istituzioni a vari livelli, con il supporto dell'Europa e con i fondi già stanziati dal governo del cambiamento: queste le parole del ministro Sergio Costa in visita a Scafati per dare supporto agli attivisti e portare avanti la battaglia contro l'inquinamento ambientale dell'Agro Sarnese Nocerino.

Presenti la portavoce in Europa, Isabella Adinolfi, la portavoce al Senato Luisa Angrisani, la portavoce alla Camera dei Deputati Virginia Villani, la portavoce alla Camera dei Deputati Teresa Manzo, i consiglieri regionali Luigi Cirillo e Michele Cammarano, i portavoce comunali della provincia di Salerno Annalucia Grimaldi e Vincenzo Spinelli, insieme al consigliere comunale Francesco Nappi di Castellammare di Stabia.

"Il fiume Sarno è uno dei fiumi più inquinati d'Europa ma non dobbiamo dimenticare che ha anche una storia che ha caratterizzato l'identità di questo territorio. È arrivato il momento che Ministero, Regione e Comuni oltre a tutti gli enti preposti inizino a lavorare in sinergia. Finora sono stati spesi molti soldi ma i risultati sono pari a zero. Visto che abbiamo previsto sulle mitigazione del rischio idrogeologico un finanziamento per 6 miliardi e mezzo, in una sorta di Piano Marshall che metteremo a disposizione anche per il fiume Sarno, purché ci siano delle progettazioni validate da parte dell'ente competente, ovvero la Regione Campania.
Noi non abbiamo la bacchetta magica, ma quello che posso promettere è di stanziare dei fondi come quelli già previsti e inoltre chiedere anche il sostegno dell'Europa con un contatto costante. Il prossimo 15 dicembre da Solofra e fino a Castellammare attraverserò tutto il percorso del fiume Sarno per respirare i miasmi che questo territorio è costretto a subire e per verificare da ex investigatore, oltre che da Ministro qual è lo stato della situazione per toccare con mano quanto sto anche ulteriormente studiando sui documenti" ha dichiarato il Ministro Sergio Costa.

"Abbiamo chiesto al ministro Sergio Costa di far rientrare nuovamente il fiume Sarno tra i siti di interesse Nazionale in modo tale da coordinare attraverso il suo Ministero e il governo le attività di bonifica e risanamento. Dal Solofrana, al Cavaiola, Rio San Tommaso, località Ciampa di cavallo, Rio Sguazzatorio, Canale Marna, il canale Bottaro, Fosso imperatore, l'alveo comunale Nocerino e tutte le località che sono avvelenate da anni e anni di sversamenti selvaggi, c'è un solo grido di aiuto di cui ci siamo fatti portavoce fin dal nostro insediamento a Roma e anche quando eravamo all'opposizione. Lavoreremo affinché possano risolversi queste criticità che stanno avvelenando e imprigionando un territorio ricco di identità, storia, cultura e dalle larghe e promettenti prospettive. La presenza del Ministro Costa fortemente voluta da me come portavoce alla Camera dei Deputati per il MoVimento 5 Stelle insieme ai miei colleghi in Parlamento e dal l gruppo di Scafati in Movimento, è motivo di orgoglio per tutta la comunità Scafatese che ha bisogno di riscattarsi" ha dichiarato la deputata del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani.

"Risolvere la problematica ambientale legata all'inquinamento dell'area nell'Agro Sarnese Nocerino è una priorità del mio impegno come Senatrice della Repubblica italiana. Da decenni la terra fertile dell'Agro Sarnese-Nocerino viene avvelenata dalla presenza di sversamenti abusivi che costeggiano tutto il corso del fiume e imprigionano la Valle del Sarno nel degrado. Un cancro che sta uccidendo le possibilità di crescita, di sviluppo agricolo, culturale, sociale e ambientale di un territorio che dovrebbe invece avere questo fiume come una risorsa ed una ricchezza. Inoltre, abbiamo sottoposto al ministro Costa anche la problematica relativa alla società Helios, ovvero un sito di stoccaggio a ridosso del centro cittadino di Scafati che sta mettendo in ginocchio la popolazione che vive nel comprensorio. È arrivato il momento adesso di far confluire in rete tutte le forze istituzionali attraverso il coordinamento del Ministero dell'Ambiente, per risolvere le criticità legate all'inquinamento. Nel ringraziare il ministro Sergio Costa per la sua presenza nel territorio, ricordo a tutti che insieme, il prossimo 15 dicembre attraverseremo il percorso del fiume Sarno per toccare con mano le grandi problematiche che hanno tarpato le ali della nostra terra" ha dichiarato la senatrice Luisa Angrisani.

"La città di Scafati ha avuto l'onore di ospitare il Ministro dell'ambiente grazie all'impegno di Scafati in movimento e delle nostre portavoce al Parlamento, Virginia Villani e Luisa Angrisani. Abbiamo avuto un momento di confronto importante tra il Ministro e il locale gruppo di attivisti, oltre che con i portavoce europei, regionali nazionali e comunali di tutto il comprensorio del Sarno. Al ministro abbiamo chiesto all'unisono di far rientrare il fiume Sarno tra i siti di interesse nazionale per coordinare attraverso le attività del ministero del Governo del cambiamento, le operazioni di bonifica e di risanamento. Dobbiamo nuovamente ricostruire la nostra identità a partire dal fiume come ricchezza. Le criticità ambientali relative all'inquinamento di aziende che lavorano sul territorio in totale spregio delle norme di sicurezza ambientale, così come anche la richiesta di maggiori controlli, sono stati oggetto di un dossier che abbiamo consegnato al Ministro Sergio Costa e che è frutto del lavoro di Scafati in Movimento, che sul territorio cittadino è presente da più di 6 anni e che continuerà ad essere sempre dalla parte dei cittadini che vogliono il cambiamento anche a partire dalla nostra città" ha dichiarato Giuseppe Sarconio di Scafati in Movimento.

L'appuntamento è per il prossimo 15 dicembre insieme al ministro Sergio Costa, nuovamente in visita nell'Agro Sarnese Nocerino

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2