Nocera Inferiore. L'assassino di Simonetta Lamberti, il boss Antonio Pignataro torna libero

05 Novembre 2019 Author :  

L'assassino di Simonetta Lamberti, il boss Antonio Pignataro lascia il carcere di Opera per decorrenza dei termini e per motivi di salute. E ’ libero ma non può uscire da casa dalle nove di sera alle otto del mattino. Antonio Pignataro, 59 anni, è stato condannato a 30 anni di reclusione per l’assassinio di Simonetta Lamberti. Nel 2014 fu processato con rito abbreviato. Il Pubblico Ministero della DDA Montemurro ottenne 30 anni di reclusione. Ma la la carriera di camorrista è continuata anche dopo la condanna. Coinvolto nell'inchiesta "Un’altra storia" a Nocera Inferiore, per il cambio di destinazione urbanistica di un suolo situato nei pressi della chiesa di San Giuseppe, in via Montalbino, nel quale doveva essere realizzato un edificio da destinare a mensa Caritas e casa famiglia. L’opera fu oggetto di una delibera della Giunta comunale approvata nel maggio del 2017. Secondo l’accusa, il boss Pignataro si sarebbe interessato alla questione, curando direttamente i rapporti con aspiranti politici in corsa per le ultime amministrative a Nocera Inferiore. Da qui l’accusa di scambio elettorale politico mafioso, contestata ad Antonio Pignataro (difeso dall’avvocato Antonio Sarno) e ai politici coinvolti.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2