banner agro

Salerno. Aggredita figlia tecnico Pescara Grassadonia. Club campano condanna gesto

09 Maggio 2021 Author :  

"Nostra figlia, appena diciottenne, e' stata minacciata e aggredita con spintoni e calci affinche' il papa' capisca". Lo ha denunciato attraverso i social la notte scorsa Annabella Castagna, moglie di Gianluca Grassadonia, allenatore del Pescara che domani affrontera' la Salernitana in un match che potrebbe valere la promozione in A per i campani. Il tecnico degli adriatici ha origini salernitane e la sua famiglia vive a Salerno. "Dopo cinque giorni di minacce e insulti dirette alla nostra famiglia, la follia consumatasi questa sera e' intollerabile" ha esordito la moglie di Grassadonia, spiegando la violenza subita dalla figlia. La giovane, appena maggiorenne, ieri sera e' stata avvicinata da ignoti che l'hanno colpita con spintoni e calci. "Tutto questo - ha sottolineato Annabella Castagna - per una partita di calcio. Ci auguriamo che questi criminali, ben lontani dall'essere tifosi, vengano identificati al piu' presto, anche perche' questa e' la prima volta in cui il bersaglio della violenza e' stato un componente della nostra famiglia. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno mostrato solidarieta' in queste ore cosi' tristi e concitate, ma ci sembra chiaro, ora piu' che mai, che la nostra vita continuera' lontano da Salerno. Ci auguriamo che civilta' e rispetto possano divenire prerogativa di tutti". La notizia, diffusa oggi da alcuni organi di stampa, ha suscitato la reazione della Salernitana che ha stigmatizzato e condannato "i comportamenti intimidatori ed offensivi messi in atto in queste ore da qualcuno nei confronti dei familiari dell'allenatore del Pescara Calcio, il signor Gianluca Grassadonia". Anche il Comune di Salerno, al pari dei tifosi della Salernitana e dei gruppi ultras, ha preso le distanze dall'accaduto. "Lo sport resta sport. E noi - ha sottolineato l'assessore allo Sport, Angelo Caramanno - prendiamo le distanze da questi idioti che nulla hanno a che fare con Salerno, i salernitani, la Salernitana. Nulla. Solidarieta' a Gianluca Grassadonia ed alla sua famiglia a titolo personale ed a nome dell'Amministrazione".

Il Club granata stigmatizza il gesto

Immediata è arrivata la presa di posizione della Salernitana, che attraverso un comunicato ufficiale "stigmatizza e condanna i comportamenti intimidatori ed offensivi messi in atto in queste ore da qualcuno nei confronti dei familiari dell’allenatore del Pescara Calcio, il signor Gianluca Grassadonia. Una partita di calcio, pur se importante e decisiva, resta tale e non può scatenare simili manifestazioni di violenza verbale. Tutto deve restare nell’ambito della vicenda sportiva e sul rettangolo di gioco. Purtroppo, questa è anche la conseguenza di un clima costruito ad arte per generare odio da personaggi di basso calibro che puntualmente pubblicano sul web false notizie. Ci risulta, infatti, da fonti certe che il signor Grassadonia nella sua conferenza stampa non abbia mai fatto alcun riferimento alla Salernitana né parlato della gara in programma lunedì. Purtroppo, mentre l’U.S. Salernitana 1919 compie il suo massimo sforzo per provare a raggiungere uno storico obiettivo e regalare un’immensa gioia ai suoi tifosi c’è ancora chi infanga il nome del club e della città con manovre subdole ispirate da interessi meramente personali". Nella partita contro il Pescara, già retrocesso in Serie C, alla Salernitana basta una vittoria per conquistare la promozione a prescindere dal risultato di Monza-Brescia.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2