banner agro

Amministrative 2016: ecco come e dove si vota

04 Giugno 2016 Author :  

Domenica 5 giugno 2016 si svolgerà il primo turno delle consultazioni per l’elezione dei sindaci e dei consigli comunali e per l’elezione dei consigli circoscrizionali nelle regioni a statuto ordinario. L’eventuale turno di ballottaggio si svolgerà domenica 19 giugno. Si voterà dalle 7 alle 23 di domenica in 1363 comuni, tra cui Roma, Milano, Bologna, Cagliari, Napoli e Torino.

Nei Comuni fino a 15.000 abitanti si vota con una sola scheda per eleggere sia il Sindaco che i Consiglieri Comunali. Ciascun candidato alla carica di Sindaco sarà affiancato dalla lista elettorale che lo appoggia, composta dai candidati alla carica di Consigliere. Sulla scheda è già stampato il nome del candidato Sindaco, con accanto a ciascun candidato il contrassegno della lista che lo appoggia.

Nei Comuni con più di 15.000 abitanti si vota sempre con una sola scheda, sulla quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di Sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano.

Il cittadino può esprimere il proprio voto in tre modi diversi:

1. tracciando un segno solo sul simbolo di una lista, assegnando in tal modo la propria preferenza alla lista contrassegnata e al candidato Sindaco da quest’ultima appoggiato;

2. tracciando un segno sul simbolo di una lista, eventualmente indicando anche la doppia preferenza di genere, tale possibilità, prevista per i i cittadini dei Comuni superiori ai 5.000 abitanti, consente di esprimere due preferenze per i consiglieri comunali purché riguardanti candidati consiglieri di sesso diverso e appartenenti alla stessa lista, tracciando contestualmente un segno sul nome di un candidato Sindaco non collegato alla lista votata: così facendo si ottiene il cosiddetto “voto disgiunto”;

3. tracciando un segno solo sul nome del Sindaco, votando così solo per il candidato Sindaco e non per la lista o le liste a quest’ultimo collegate.
Nei Comuni con più di 15.000 ab. è eletto Sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno).

In Campania sono quattro i capoluoghi al voto di domenica: Caserta, Benevento, Salerno e Napoli, oltre a 144 città più o meno grandi. Un vero e proprio esercito di candidati sindaco e aspiranti consiglieri comunali. Quella che si è consumata, soprattutto nelle ultime settimane, è stata una campagna elettorale senza esclusione di colpi: ovunque sono scesi in campo big della politica, ma anche personaggi e volti noti. In alcune realtà, la battaglia per il voto è passata anche per avvocati, denunce e querele e non sempre i toni utilizzati dagli sfidanti sono stati all'insegna del "politically correct".

Molte le liste civiche e talvota gli apparentamenti e le alleanze non hanno rispettato la linea politica nazionale. In alcune realtà, come Napoli e Caserta, il centrodestra è spaccato, mentre a Salerno non esiste il simbolo del Pd. Nella città della Reggia vanvitelliana c'è un candidato sindaco della Lega e a Benevento a contendersi la poltrona di primo cittadino prova l'ex Guardasigilli e leader dell'Udeur, Clemente Mastella. In Irpinia sono 31 i Comuni nei quali gli elettori sono chiamati a rinnovare i consigli municipali; 23 nel Sannio; 34 nel Casertano; 18 in provincia di Napoli e 42 nel Salernitano. Al voto anche una serie di popolosi centri: Aversa, Capua, Marcianise, Santa Maria Capua Vetere, Villa Literno, Sessa Aurunca (Caserta); ma anche Castellammare di Stabia e Casoria (Napoli), Vallo della Lucania e Battipaglia (Salerno), Monteforte Irpino (Avellino). Molti, invece, i piccoli comuni dove non ci sarà il turno di ballottaggio previsto per il prossimo 19 giugno.

 

ECCO DOVE SI VOTA E TUTTI I CANDIDATI

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2