Sarno. Consiglio comunale sull'ambiente è scontro tra maggioranza e opposizione: nasce la Consulta Comunale

26 Settembre 2019 Author :  

Il consiglio comunale monotematico sulla questione ambientale a Sarno diventa un vero e proprio scontro tra maggioranza e opposizione. Un consiglio tanto atteso anche dalla città, in particolare dopo il rogo che ha distrutto il Monte Saretto, ed invece si è rivelata l’ennesima occasione di scontro tra maggioranza e opposizione. Per Canfora e i suoi non esiste una vera emergenza ambientale sul territorio sarnese pertanto ignorano completamente il documento portato in aula dalle opposizioni e si approvano il proprio provvedimento con l’istituzione di una consulta Ambientale. Una situazione che ha fatto andare su tutte le furie l’opposizione e i tanti cittadini presenti in aula, dove non sono mancati attimi di tensioni. Cittadini infuriati per le diverse criticità che esistono sul territorio comunale, in particolare è stato portato all’attenzione del consiglio il problema inquinamento nell’area industriale di Sarno. Abitanti che da mesi stanno protestando e sono costretti a vivere con porte e finestre chiuse talmente tanta è la puzza.

IL PROVVEDIMENTO VOTATO IN AULA

L’Amministrazione Comunale attraverso la delibera votata ieri, con i soli voti della maggioranza, ribadisce l’impegno del Sindaco, della Giunta e del Consiglio Comunale nelle azioni finalizzate alla tutela dell’ambiente, mediante l’attuazione di ulteriori controlli e la predisposizione di una sinergia ed una collaborazione continua e costate con le Procure della Repubblica competenti, con le Forze dell’Ordine, con il Ministero dell’Ambiente, con la Regione Campania, con la Provincia di Salerno, con l’Ente Parco Regionale del Fiume Sarno, con il Consorzio di Bonifica Integrale Comprensorio Sarno, con la Protezione Civile Nazionale e Regionale. Attraverso la delibera inoltre si autorizza il Sindaco e la Giunta del Comune di Sarno a reclamare agli organi competenti lo Stato di Emergenza e lo Stato di Calamità Naturale, a richiedere agli organi competenti fondi ed aiuti necessari per la messa in sicurezza, la bonifica ed il ripristino della vegetazione del Saretto, a provvedere ad una ampia opera di prevenzione, ad installare idranti da utilizzare in caso di incendio, a ripristinare gli antichi sentieri, provvedendo alla pulizia ed alla rimozione di ogni materiale estraneo all’eco - ambiente

LA CONSULTA COMUNALE PER L’AMBIENTE

Con la delibera approvata in consiglio è stata istituita ufficialmente la Consulta comunale per l’ambiente che ha lo scopo di coinvolgere i soggetti in rappresentanza delle istituzioni ambientali e degli enti e/o delle associazioni ecologiste, ambientaliste, animaliste e tecnico-professionali-ambientali, nonché comitati di cittadini stabilmente costituiti a tutela di interessi diffusi di rilevanza ambientale, operanti nel territorio comunale nelle proposte di politiche e programmi in campo ambientale. L'attività della Consulta è ispirata dai principi di tutela e valorizzazione dell'ambiente nell'ottica di fornire all'Amministrazione comunale e, per essa, alla collettività tutta, uno strumento funzionale ad una politica basata sui principi di sviluppo sostenibile. E svolge funzioni consultive e di orientamento rispetto all'attività dell'amministrazione comunale in tema di tutela ambientale e si attiva per determinare la partecipazione ed il coinvolgimento del sistema ambientale, facilitando la promozione della tutela dell'ambiente e lo sviluppo sostenibile. Favorendo il collegamento tra i cittadini e l'Amministrazione Comunale con la quale collabora fattivamente. Il compito è quello di svolgere attività propositiva e consultiva non vincolante per l’Amministrazione sui progetti che abbiano chiara e rilevante valenza ambientale e che, pertanto, l’Amministrazione stessa ha facoltà di proporre all’esame della Consulta. La consulta sarà composta dal Sindaco, l’assessore in materia di Politica Ambientale, il Presidente del Consiglio Comunale o suo delegato che esercita le funzioni di Segretario; un rappresentante per ogni Associazione ambientalista, Organizzazioni, Enti, Comitati che esprimeranno la volontà di aderire, con competenza ed interesse in materia Ambientale; 4 Consiglieri di Maggioranza e 3 Consiglieri di Minoranza; Il Comandante dei Vigili Urbani o suo delegato; Il Dirigente dell’Ufficio Tecnico o suo delegato.

CANFORA: "L'OPPOSIZIONE PARLA TANTO DI AMBIENTE E POI NON VOTA IL PROVVEDIMENTO" 

L’opposizione parla tanto di ambiente e, poi, all’atto pratico non vota i provvedimenti per i controlli, le analisi delle acque, per l’indagine sull’incidenza tumorale, la richiesta dei militari dell’Esercito sui siti critici. C’è da lavorare per il bene della città, basta ostilità, rancori politici. Questi giorni sono stati molto duri ed il peso lo sentiamo tutti addosso. Un atteggiamento ostile delle forze di opposizione dinanzi al quale sono rimasto basito. Non me lo aspettato in virtù dell’importanza dell’argomento e degli ultimi episodi verificatosi. Probabilmente, qualcuno non ha ancora chiuso la campagna elettorale e, pensa di poter fare politica sull’argomento ambiente ignorando quanto male così si faccia alla città ed alla comunità. Ho chiesto unità, e si sono astenuti dal votare la proposta. Ho chiesto di mettere insieme un atto che potesse concentrare tutti gli interventi, e si sono astenuti dal votare la proposta. Impuntati su un vero e proprio asse senza possibilità di dialogo e confronto. A voler imporre atti e procedimenti al Sindaco, cosa assolutamente fuori da ogni logica anche normativa. Qui di seguito la proposta di delibera che abbiamo votato, un provvedimento che non ha avuto i voti delle forze di opposizione. È così che i Consiglieri Comunali di minoranza parlano di ambiente, ne parlano tanto, ma all’atto pratico si astengono. Non votano gli atti. Se non ci fosse una maggioranza responsabile, oggi questi provvedimenti non esisterebbero. La città sarebbe ad un punto zero! Il Sindaco Giuseppe Canfora

L’ATTACCO DELL’OPPOSIZIONE, COCCA E MONTORO: UNA GIORNATA TRISTE PER LA CITTA’”

“Una giornata triste per Sarno, per il Consiglio Comunale e per il Sindaco Canfora che ha dimostrato tutte le sue incapacità politiche e amministrative. – spiega Giovanni Montoro - La maggioranza voleva che nella nostra proposta di indirizzo: - non riportassimo la parola "emergenza ambientale" perché, a loro parere, non vi è nessuna emergenza ambientale a Sarno; -non si chiedesse al Sindaco di effettuare ordinanze sindacali, così come previsto dal TUEL, in casi di violazioni ambientali commesse da privati e criminali che mettano a rischio l'incolumità pubblica; -non si chiedesse al Sindaco di effettuare ordinanze sindacali di interruzione delle attività, in ottemperanza alla normativa vigenti, qualora gli impianti di Biogas di Foce non rispettino le normative ambientali e le prescrizioni autorizzative. Per Canfora non esiste il problema tumori a Sarno perché non vi è nessuna evidenza scientifica e non si può costituire corpo speciale presso il comando vigili per aumentare i controlli ambientali e la repressione di tali fenomeni. Per finire, non abbiamo bisogno di centraline di rilevamento delle poveri sottili perché sono già presenti a Nocera Inferiore . Tutto veramente assurdo, solo arroganza, presunzione e la chiara volontà di non assumersi responsabilità stringenti e operative. Ho preferito non farmi prendere in giro e soprattutto evitare di votare un provvedimento inutile e senza senso. Povera città...”

Dello stesso avviso è Giovanni Cocca: “Stasera, purtroppo, l’atteggiamento arrogante e folle di tutta la maggioranza amministrativa ed in particolare del primo cittadino hanno avuto il loro epilogo in una seduta consiliare che poteva e doveva essere un momento di proposizione per la città. I motivi che hanno portato a questa conclusione, così sfortunata, sono da addebitare esclusivamente alla mancanza di apertura mentale dell’intera maggioranza e del suo Sindaco! Si, il suo sindaco, non il nostro, che non ha assunto l’atteggiamento di buon padre di famiglia come invece dice costantemente di fare! Povera Sarno!”

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2