banner agro

La pillola dei 5 giorni dopo, la preferita dalle italiane: boom di vendite

09 Maggio 2016 Author :  

Se una donna italiana ha bisogno della contraccezione d'emergenza, sceglie sempre più spesso farmaci ad hoc di ultima generazione, e non 'vecchi' prodotti. A un anno dalla determina dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) che ha recepito la decisione della Commissione europea di consentire alle maggiorenni l'accesso a ellaOne* (ulipristal acetato 30mg), la 'nuova pillola del giorno dopo', direttamente in farmacia in tutti gli Stati membri dell'Ue senza obbligo di ricetta medica, il nuovo farmaco ha decuplicato le vendite, diventando leader di mercato.

Ecco i dati resi noti dall'azienda produttrice del prodotto conosciuto come 'pillola dei 5 giorni dopo' (ma anche della 'vecchia' pillola del giorno dopo a base di levonorgestrel), la Hra Pharma: se nell'anno precedente alla determina Aifa, da maggio 2014 ad aprile 2015, ellaOne rappresentava il 6,8% del mercato della contraccezione d'emergenza, nell'anno successivo ha raggiunto il 53,8% con punte di oltre il 70% in alcune regioni, con una crescita percentuale, per l'intero territorio nazionale, del 686%. Va evidenziato che il trend di vendite della contraccezione di emergenza è rimasto sostanzialmente stabile, con una media di 365.000 confezioni annue vendute dal 2008 al 2015 e una crescita contenuta, del 2,6%. Non si consumano, dunque, più medicinali, ma si opta sempre più per l'ultimo ritrovato, che gli studi hanno dimostrato più efficace.

"L'utilizzo della contraccezione d'emergenza in Italia continua a essere contenuto rispetto ad altri Paesi europei. In Spagna ad esempio è quasi doppio, in Francia e in Inghilterra è 4 volte superiore rispetto a quello italiano. In Norvegia è 6 volte di più. In ogni modo nei Paesi dove la contraccezione d'emergenza da tempo può essere acquistata senza dover presentare la ricetta medica, non è stato notato un incremento dell'utilizzo della stessa". Così all'AdnKronos Salute Alberto Aiuto, General manager di Hra Pharma Italia, a un anno dalla determina di Aifa che ha dato la possibilità alle donne maggiorenni di ottenere direttamente in farmacia la nuova pillola del giorno dopo ellaOne* (ulipristal acetato, 30mg), senza più la necessità di una prescrizione medica.

L'Italia è comunque l'unico tra i Paesi europei ad aver mantenuto l'obbligo di ricetta per le donne minorenni e l'azienda "non pensa di chiedere che anche il nostro Paese si allinei al resto d'Europa: rispettiamo le decisioni prese dall'agenzia regolatoria italiana", assicura Aiuto. "Come direttore generale di una società impegnata nell'innovazione nella Health Care per le donne - aggiunge - sottolineo ancora una volta l'importanza della decisione dell'Europa e dell'Italia di avere facilitato l'accesso a questa metodica contraccettiva. A un anno di distanza i dati di vendita ci indicano che la scelta della donna, del farmacista e del medico si è orientata su un'opzione farmacologica per la contraccezione d'emergenza in grado di ridurre più efficacemente il rischio di una gravidanza indesiderata".

"Da quando il farmaco è diventato Senza obbligo di prescrizione (Sop) - evidenzia il manager - gli equilibri del mercato sono cambiati: se prima ellaOne rappresentava il 5% dei prodotti per la contraccezione d'emergenza, ora è diventato leader di mercato. Ma va anche sottolineato che dal 2008 a oggi il mercato è cresciuto solo del 2,6%. Un dato che indica l'uso consapevole da parte delle donne di queste metodiche. Non dimentichiamo che la contraccezione d'emergenza è solo una opzione di scorta e non deve mai sostituire la contraccezione abituale, come la prevenzione primaria non deve sostituire quella secondaria, ma solo affiancarsi quando necessaria".

"La nuova pillola del giorno dopo a base di ulipristal acetato", nota come 'pillola dei 5 giorni dopo', "è l'opzione più efficace tra quelle esistenti in grado di ridurre, nelle prime 24 ore, di ben due terzi il rischio di gravidanza indesiderata rispetto alle vecchie formulazioni con levonorgestrel". A ricordarlo Emilio Arisi, presidente della Società medica italiana per la contraccezione (Smic).

"EllaOne, già dal suo lancio nel 2009 - dice Arisi all'Adnkronos Salute - è stato considerato dalla comunità scientifica il contraccettivo d'emergenza più attivo nel prevenire una gravidanza indesiderata; un farmaco sicuro per la salute delle donne che vogliono pianificare la loro vita familiare. I dati, a un anno dalla possibilità di acquistarla senza ricetta, confermano quindi questa prerogativa", mostrando che le italiane optano molto più spesso per questo medicinale piuttosto che per il 'vecchio'. La nuova pillola "ha anche un atout in più: il meccanismo d'azione dimostrato dal farmaco segnala, infatti, la sua superiore capacità di blocco ovulatorio rispetto a farmaci precedenti, e sottolinea soprattutto il mantenimento di questa attività quando il vecchio preparato non è più attivo, ossia nel periodo a maggior rischio (inizio salita Lh). I risultati in termini di efficacia di ellaOne sono stati confermati anche al recente congresso della Società europea della contraccezione (Esc) che si è tenuto a Basilea", conclude l'esperto.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2