Arriva la svolta: definibili le liti su cartelle da autonoma organizzazione Irap

16 Novembre 2016 Author :  

Nella definizione delle liti pendenti introdotta dall’art. 39 comma 12 del DL 98/2011 (riservata alle liti del valore sino a 20.000 euro), sono sorti problemi interpretativi relativi alla possibilità di definire le cartelle di pagamento emesse sulla base della dichiarazione. Molti infatti si sono rivolti allo sportello Stac di Scafati per avere delle risposte.

Il problema era arrivato in quanto la norma circoscrive l’accesso alla definizione agli “atti di imposizione”, escludendo in tal modo i provvedimenti che, in questo senso, non possono ritenersi impositivi ma semplicemente liquidatori. Pensiamo all’avviso con cui l’Agenzia delle Entrate, senza alcuna operazione interpretativa, richiede al contribuente l’imposta di successione in base alla dichiarazione da questi presentata. A prescindere dalla tipologia di atto, se esso, pur essendo una cartella di pagamento (dunque un atto talvolta connotato da aspetti solo liquidatori), ha valenza sostanzialmente impositiva, rientra nella definizione.

L’Agenzia delle Entrate si era espressa con la circolare n. 48, ove si escludevano dalla definizione i ricorsi contro le cartelle di pagamento Irap in cui, pur derivando la cartella dalla dichiarazione, il contribuente censurava la debenza dell’imposta per difetto di autonoma organizzazione, da qui la valenza impositiva dell’atto. In sostanza, egli può dichiarare l’IRAP, non versarla e, in seguito alla cartella da liquidazione automatica, censurare l’autonoma organizzazione. Diverso è il caso in cui, in seno al ricorso contro il ruolo scaturente da omessi versamenti, il contribuente nulla eccepisca sul merito, limitandosi ad esempio a censurare vizi di legittimità della cartella di pagamento. Non si tratta di un’affermazione eccessivamente “cattiva” nei confronti delle Entrate: senza quadro IQ, a causa del famoso errore bloccante, la trasmissione del modello UNICO non partiva, allora o lo si compilava o si ometteva il modello UNICO. Dopo tutto ciò, con la circolare n. 48 addirittura era stato sostenuto che, siccome il contribuente, avendo ormai dichiarato, ha ricevuto un atto liquidatorio derivante dal mancato versamento, non poteva nemmeno definire. Fortunatamente, la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 21872 depositata lo scorso 28 ottobre, ha preso senza mezzi termini le distanze da quanto sostenuto nel richiamato paragrafo della circolare n. 48 del 2011.Alla luce di ciò, ricorrendo i requisiti dell’art. 39 comma 12 del DL 98/2011, le liti su cartelle di pagamento in relazione alle quali il contribuente ha censurato la debenza dell’IRAP per difetto di autonoma organizzazione devono ritenersi assolutamente definibili. Per scoprire come risolvere il problema, è bene rivolgersi agli esperti di Stac.

In sostegno a chi subisce gli attacchi di Equitalia, arriva il salvagente dello sportello di Stac, gestito da Francesco Antonio Pentone e dell'equipe di esperti del settore che possono trovare una soluzione a questa incresciosa situazione. Lo sportello, può dare finalmente risposte a chi è costretto, suo malgrado, ad affrontare i problemi legati al rapporto con Equitalia ma svolge anche un importante servizio in materia di usura bancaria, malasanità e salute, infortuni sul lavoro, banche, finanziarie assicurazioni, incidenti e vittime della strada e la difesa del consumatore/contribuente. Per un consulto sulla propria situazione basta contattare lo sportello tutela aziende e cittadini a Scafati.

 

 

LOGO DEFINITIVO vectorized

 

S.T.A.C. Sportello Tutela Aziende e Cittadini
84018 Scafati (Sa) Via Alcide de Gasperi n° 177
Tel/Fax 0818504525 ● Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ● www.consumatori-stac.it
Tim 3334444350 ● Tre 3512534501 ● Wind 3277152663 ● Vodafone 3479517595
Pagina facebook “STAC Sportello Tutela Aziende e Cittadini”
Profilo facebook “Francesco Antonio Pentone”

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2