Crolla un ponte ad Aulla, salvi conducenti di due furgoni

08 Aprile 2020 Author :  

Un ponte è crollato ad Aulla, in provincia di Massa Carrara, sulla strada provinciale 70. Il ponte si trova in località Albiano e collega la Sp70 con la Sp62, al confine tra la Liguria e la Toscana. Due veicoli in transito sono rimasti coinvolti dal crollo. Si tratta di due furgoni precipitati sul letto del fiume e rimasti sopra la carreggiata collassata.

C'è un ferito trasportato conl'elisoccorso in codice giallo all'ospedale di Cisanello di Pisa in seguito al crollo del ponte ad Albiano Magra. Le sue condizioni non sarebbero preoccupanti. Si tratta di un corriere della ditta Bartolini. Un altro uomo, dipendente della Telecom, è uscito da solo e illeso dal mezzo.

"Un boato e poi un suono come di rotolamento di massi". E' quanto raccontano di aver sentito alcuni abitanti del paese di Caprigliola, che si affaccia lungo la via Nazionale, vicino al ponte crollato. Nei dintorni, sempre secondo le testimonianze dei residenti della zona, si è anche sentito un forte odore di gas.

Una fuoriuscita di gas conseguente alla rottura di una condotta causata dal crollo del ponte è stata bloccata da Italgas. Un portavoce dell'azienda spiega, in una nota, che il pronto intervento della società è tempestivamente accorso ad Albiano e ha bloccato la fuoriuscita. Al momento l'interruzione del servizio interessa soltanto la frazione di Caprigliola, nel comune di Aulla (Massa Carrara), per la quale sono in corso valutazioni per ripristinare la fornitura di gas con l'ausilio di carri bombolai.

"In tempi normali è un ponte molto trafficato, ma con il blocco per il coronavirus stamani quando si è verificato il cedimento c'erano solo i due furgoni" coinvolti, ha spiegato un dirigente dalla polizia stradale intervenuto.

Il 3 novembre scorso al ponte crollato ad Albiano Magra ci fu un sopralluogo dei tecnici Anas, da cui dipende l'infrastruttura, dopo che era stata rilevata una crepa sull'asfalto, ingrandita dalle abbondanti piogge. Ma dai controlli fu dichiarato che non sussistevano "condizioni di pericolosità". A riferirlo è Gianni Lorenzetti, presidente della Provincia di Massa Carrara che alcuni anni fa ha ceduto la struttura ad Anas.

Il sopralluogo, ricorda, fu fatto alla presenza anche dell'assessore comunale di Aulla e della polizia. Lo stesso Comune rassicurò i cittadini con un post sulla pagina istituzionale informando che "il traffico non avrebbe subito limitazioni". "Il ponte - aggiunge Lorenzetti - è importantissimo per la popolazione dell'alta Lunigiana, punto di collegamento sia con i primi territori della Liguria sia con il resto della Toscana".

"Ho inviato ben tre lettere all'Anas negli ultimi mesi per segnalare criticità sulla stabilità del ponte ora crollato": lo ha detto il sindaco di Aulla Roberto Valettini. "E' collassato su stesso" ha aggiunto il sindaco descrivendo la situazione del ponte. Il ponte è lungo circa 400 metri e alto 7-8 mtri circa.

La ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, segue la vicenda riguardante il crollo del ponte sul fiume Magra e - secondo una nota del Mit - ha contattato il sindaco del Comune, Roberto Valettini, per accertarsi delle condizioni di salute della persona coinvolta che, stando alle prime informazioni, sembra avere riportato lievi ferite. La ministra ha inoltre chiesto immediatamente una dettagliata relazione ad Anas, la società che nel 2018 è diventata gestore dell'ex strada provinciale 70, acquisendo la gestione dalla Provincia di Massa Carrara. Gli accertamenti sono in corso e Anas, su richiesta del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, provvederà a fornire tutte le informazioni conseguenti sulla viabilità.

La ministra ha inoltre istituito presso il Ministero una Commissione di inchiesta per fare chiarezza sull'accaduto e accertare le responsabilità.

"Un crollo che solo per un caso fortuito, l'assenza di traffico data dalla chiusura per l'emergenza Coronavirus, non si è trasformato in una tragedia. Però deve essere chiaro, ancora una volta che quando le Province dicono a gran voce, e dati alla mano, che il Paese ha bisogno urgente di manutenzione non è per fare allarmismo ma perché la presenza sul territorio ci consente di avere un quadro chiaro delle necessità". Lo dichiara il presidente dell'Upi Michele de Pascale

"Se non ci mettiamo SUBITO a lavorare sui cantieri con il piano Shock - presentato ormai da molti mesi - ogni anno andrà peggio. E se non lo facciamo in questa fase di crisi vuol dire che ci vogliamo del male. Apriamo questi benedetti cantieri, subito". Così Matteo Renzi su fb dopo che stamattina è crollato un ponte vicino a Aulla.

"Siamo vicini alla comunità e ai cittadini delle località coinvolte dal crollo del ponte ad Albiano Magra - ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti -. Ora si accertino le responsabilità. Bene la richiesta immediata del Ministro De Micheli di una relazione ad Anas ed il lavoro di inchiesta che dovrà essere rigoroso su quanto è accaduto. Bisogna proseguire con il lavoro avviato e sostenere con maggiore forza una stagione di ammodernamento del Paese a partire dalle infrastrutture".

"Quanto tempo dovrà ancora passare, e quanti altri crolli dovremo tragicamente ancora vedere, prima che in questo Paese il tema infrastrutture dello Stato venga affrontato con la serietà, le risorse e le competenze necessarie?", ha commentato l'assessore alle Infrastrutture della Regione Liguria Giacomo Giampedrone via fb. "Vicini alla Toscana e agli amici di Aulla. La Protezione Civile della Liguria è totalmente a disposizione per qualsiasi necessità che si dovesse verificare per la gestione di questa nuova emergenza" sottolinea.

La Regione Liguria ha offerto "tutto il supporto possibile" alla Toscana attraverso il polo della protezione civile di Santo Stefano Magra che ha pronta una colonna mobile. La Regione Liguria si attiverà anche per valutare i disagi nello spezzino conseguenti all'interruzione "di un collegamento molto importante per la mobilità in zona".

"In un momento di gravissime difficoltà come quello che stiamo affrontando in tutto il Paese, il crollo del ponte di Albiano è una ferita che assume proporzioni veramente gravi e che ovviamente non interessa la sola Provincia di Massa ma tocca direttamente noi tutti: la rete dei collegamenti in quella porzione di territorio è estremamente connessa con la nostra e serve moltissime aree artigianali e residenziali della nostra Provincia". Lo afferma il presidente della Provincia della Spezia Pierluigi Peracchini. "Sono attualmente in contatto con tutte le Autorità ed esprimo sentimenti di solidarietà all'amico Sindaco di Aulla Roberto Valettini cui assicuro l'immediata e massima collaborazione della nostra Provincia. Tutta la Provincia della Spezia è partecipe allo sgomento per il gravissimo evento. Anche la nostra Polizia Provinciale e i tecnici del nostro settore Viabilità sono a disposizione dei colleghi della Provincia di Massa per il supporto negli interventi del caso".

Sul ponte di Albiano Magra interviene anche l'Anas e fa sapere che non erano in corso interventi al momento del crollo. La società fa sapere che i tecnici sono intervenuti per tutti gli accertamenti e i rilievi del caso. A causa del crollo, spiega una nota, "la ex strada provinciale 70, ora strada statale 330, è chiusa in località Albiano Magra (km 10,500) nel comune di Aulla (Massa Carrara) e il traffico è deviato con indicazioni sul posto. Il tratto è recentemente rientrato nella competenza Anas. Risultano coinvolti due veicoli".

Intanto la procura di Massa Carrara ha posto sotto sequestro l'area del crollo. Sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri, di concerto con la procura, per risalire alle cause dell'evento. L'area è stata circoscritta e la viabilità è stata temporaneamente interrotta del tutto. La procura ha aperto un fascicolo conoscitivo per ora senza ipotesi di reato né indagati.

Disastro colposo è la prima ipotesi di reato nel fascicolo aperto dalla procura di Massa Carrara, ma altri filoni di indagine potrebbero aggiungersi. E' quanto si apprende dal sostituto procuratore Marco Mansi, facente funzione di capo della procura, il quale precisa che le indagini sono state affidate al pm Alessandra Conforti. "Si procederà per disastro colposo e poi valuteremo altre probabili ipotesi di reato", ha detto Mansi.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2