A Pagani il "Natale Affunzino", al teatro Sant'Alfonso Maria de' Liguori

21 Dicembre 2018 Author :  

A Pagani la prima edizione del Natale Affunzino. L’appuntamento è per il 23 ed il 25 dicembre al teatro Sant’Alfonso Maria De’ Liguori lo spettacolo "Vierno vène a Natale". Il solstizio d'inverno segna il giorno più corto dell'anno e l'inizio della stagione fredda. Fin dall'antichità, però, ha significato molto più di questo, tanto che ancora oggi viene celebrato in diverse località di tutto il mondo. A Napule: Vierno vène a Natale. A Pagani, si festeggia il Natale Affunzino. Trattasi di una ricerca tendente al recupero della memoria collettiva. Un amarcord, in forma spettacolare, che rispolvera e promuove presso i più giovani quella che era l’antica tradizione del Natale Napoletano. Gli usi e i costumi della cultura popolare, le canzoni della civiltà contadina e cittadina, i cunti orali serotini del focolare, i rituali festivi, i proverbi, la poesia d’autore, la tammurriata e la danza, il culto evangelico religioso, la Cantata dei Pastori sacra e profana, raccontata da Razzullo a Sarchiapone, i menù devozionali della vigilia e del giorno di Natale, ‘e roccocò, ‘e mustacciuole, ‘e divin’amore, ‘e susamielle, ‘a pasta riale, ’o turrone, ‘e sciosciole... ‘a tumbuliata semi-scostumata… sono questi gli ingredienti che costituiscono il filo logico accattivante dell’azione drammaturgica.

Il Natale della tradizione era la festa dello stare insieme

Andare a teatro con gli amici è una buona strenna da offrire o ricevere. Scambiarsi gli auguri di Natale regalando due ore di sano e buon divertimento è un'ipotesi degna di valutazione. Il Natale della tradizione era la festa dello stare insieme per condividere i valori edificanti della nostra cultura popolare millenaria. Sant'Alfonso Maria de' Liguori, dal canto suo, riuniva i paganesi ed i cittadini dei borghi viciniori facendo cantare, con l'accompagnamento di zampogne, "Quanno nascette Ninno", facendo assumere alla nostra città la connotazione di Betelemme occidentale. Il testamento affunzino è l'eloquente e più alta espressione dall'opera svolta dal dottore della chiesa in un periodo difficile di lotte ideali; lotte che hanno caratterizzato tutta la storia a venire, fino ai giorni nostri. La magnanimità del santo, nei nostri confronti, è ancora molto più grande della nostra cecità che non intravede la Luce dei suoi doni d'amore, ispirati dal mariano verbo incarnato. Natale Affunzino è il suo testamento, il suo lascito, ancora sigillato...Lo spettacolo Vierno vene a Natale è un primo spunto di riflessione per dare corpo e sostanza al nostro Natale, tutelato dal copyright alfonsiano... da scoprire, offrire al mondo e conservare negli annali della storia. Lo spettacolo affabulante risveglia la memoria dei 5 sensi: gli odori, il tatto, il gusto, la vista, il risentire... la ricetrasmissione di emozioni intime e massive che si traducono nella vera essenza dei valori assoluti, significativi del Natale.

La prima edizione del Natale Affunzino si terrà il 23 ed il 25 Dicembre alle ore 19,00 con lo spettacolo "Vierno vène a Natale" - rappresentazioni teatro-musicali serotine in due tempi ispirate al Natale tradizionale napoletano - con Antonio Del Casato Avigliano, Erminia Catalano, Pinocchio Geppetto (Antonio D'Angelo), Giuseppe De Felice, Alfonso Giannattasio, Laura Ianu, Gianfranco Oliva, Francesco Pinto, Melina Tagliamonte, Giuseppe Vitolo. Alfonso Calandra, Leo Coppola, Cleto de Prisco, Laura Paolillo, Vincenzo Romano, Luigi De Simone, Angelo Burgio, Vincenzo Civale, Alfonso Pepe, Gerardo Sinatore.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2