Nocera Inferiore. Neonata di San Valentino Torio morta al Santobono: due medici indagati

25 Aprile 2020 Author :  

di Danilo Ruggiero 

San Valentino Torio/Nocera Inferiore. Bambina di San Valentino Torio morta all’ospedale Santobono di Napoli, indagata coppia di medici partenopei con studio a Nocera Inferiore. Sono scattati gli avvisi di garanzia per la morte della piccola valentinese deceduta lo scorso 17 aprile per cause da accertare. I provvedimenti emanati dal pm Mario Canale della Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli, con l’indagine coordinata dal procuratore capo Giovanni Melillo, riguardano una coppia due ginecologi, marito e moglie, che avrebbero seguito la gravidanza della madre, una 30enne di San Valentino Torio sposata con un uomo originario di Boscoreale, entrambi i coniugi difesi dall'avvocato Nunzio Giudice. Allo stato, i due medici - uno dei quali svolge la professione per conto dell’Asl Salerno all’ospedale di Nocera Inferiore - risultano indagati per omicidio colposo e responsabilità colposa per morte o lesioni in ambito sanitaria dalla magistratura napoletana. La vicenda, nello specifico, è riferita alla scomparsa di una bambina di soli due giorni, nata lo scorso 14 aprile all'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. La madre della piccola, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti dopo la denuncia presentata dal padre della vittima ai carabinieri, era affetta da una malattia congenita cardiaca e perciò, all'inizio della gravidanza, era stata sottoposta ad accertamenti che non avevano evidenziato nessuna irregolarità o anomalie durante tutto il periodo di gestazione. Poco prima del parto, tuttavia, la donna di San Valentino Torio ha iniziato ad avere dei dolori, probabilmente riconducibili alle doglie, ed è stata portata dal marito all’ospedale nocerino in cui è stata trasferita al reparto di Ginecologia. Qui, dopo l’elettrocardiogramma effettuato alla donna, il feto è stato considerato nella norma dai medici, che, poco dopo, è stata trasferita in sala parto per dare luce alla piccola. La bambina, però, già appena nata avrebbe iniziato a piangere ripetutamente, a tal punto da spingere i medici ad effettuare degli accertamenti e a trasferirla in un altro reparto. Solo dopo, infatti, la neo-mamma sarebbe venuta a conoscenza della crisi respiratoria avuta dalla piccola. A distanza di qualche ora, invece, il padre è stato convocato da due medici negli uffici della Terapia intensiva neonatale dell’ospedale nocerino per conoscere il quadro clinico della bimba e qui, a tal proposito, gli viene comunicato che la piccola era a nata con alcune malformazioni agli organi interni. Queste complicazioni, quindi, non avrebbero permesso la formazione corretta dei polmoni, con la situazione che sarebbe derivata dalla fase di gravidanza della donna e non dal parto. Successivamente la piccola è stata trasferita alla terapia intensiva dell’ospedale Santobono di Napoli poiché la situazione clinica ha continuato ad aggravarsi. I genitori, a quel punto, si sono messi in contatto con i medici napoletani che gli hanno annunciato, che in seguito alla somministrazione di ossigeno, erano stati perforati i polmoni della piccola. Il 17 aprile scorso, infine, la grave complicazione ha portato alla morte della bimba. Subito dopo i due coniugi si sono rivolti all'avvocato Nunzio Giudice ed hanno denunciato il tutto. Adesso i magistrati napoletani hanno fissato anche la data dell’autopsia. L'esame verrà eseguita dal medico legale nominato dal pm Canale nella giornata di lunedì.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2