Stop ai mezzi pesanti tra Agro nocerino e Cava de' Tirreni, raggiunta l'intesa tra Sindaci e Prefettura

25 Settembre 2019 Author :  

Ieri mattina, martedì 24 settembre, si è svolta presso la Prefettura di Salerno la conferenza stampa sul tema della criticità connessa alla circolazione dei mezzi pesanti nei territori di Cava de’ Tirreni e dell’agro nocerino sarnese, a seguito della chiusura del viadotto Gatto ai mezzi pesanti superiori a 3.5 tonnellate, ed è stato presentato il piano concordato tra tutti i Comuni, le polizie municipali, la Polstrada e le associazioni di categoria, coordinato dalla Prefettura di Salerno Vi hanno partecipato il Prefetto Francesco Russo, i sindaci delle Città di Angri, Scafati, S. Egidio M. Albino, Scafati, S. Marzano Sul Sarno, Pagani, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Cava de’ Tirreni e le associazioni di categoria. Nell’incontro è stata illustrata una nuova regolamentazione del traffico degli automezzi superiori a 3.5 tonnellate, da e per il porto di Salerno, con una suddivisione dei territori in quadranti. Al casello autostradale di Cava de' Tirreni: potranno accedere solo gli automezzi che sono diretti alle aziende di Nocera Superiore o di Cava de' Tirreni; non sarà possibile raggiungere il porto di Salerno, per cui chi dovrà dirigersi verso Salerno e non ha bisogno di recarsi presso sedi in tale quadrante, dovrà utilizzare direttamente l 'A30. Lo stesso criterio sarà adottato dalle altre città cui insistono i caselli autostradali dell’A3 e sono previsti controlli sia delle Polizie Municipali che della Polizia Stradale. “C’è un grande problema di viabilità, di infrastrutture e quindi anche di qualità dell’aria che respiriamo – afferma il Sindaco Vincenzo Servalli - Le limitazioni previste al passaggio dei mezzi pesanti aiuteranno anche la maggiore fluidità del traffico e razionalizzano l’impatto del trasporto dei mezzi pesanti del pur necessario approvvigionamento delle aziende”. "Siamo partiti da soli qualche mese fa con una ordinanza di blocco all'uscita dei mezzi pesanti sul solo casello A3 di Nocera Inferiore. - dichiara Manlio Torquato Sindaco di Nocera Inferiore - Oggi grazie alla regia della Prefettura e alla collaborazione di numerosi sindaci e della Federazione Trasportatori, siamo giunti ad una intesa per l'intero Agro e fino a Cava per una equa distribuzione del traffico dei mezzi pesanti nelle nostre citta'. Bisognera' ora continuare presso il "Ministero delle Infrastrutture e trasporti" per lo sblocco del viadotto autostradale tra Cava e Salerno. Questo, intanto, e' un ottimo inizio.

Ecco come viene suddiviso il territorio 

Il territorio è suddiviso in quattro porzioni, dirottando i tir su più caselli. L’uscita al casello A3 della Napoli-Salemo di Nocera Inferiore sarà consentita solamente agli autotreni diretti alle aziende di Nocera Superiore, fino al corso Matteotti, a quelle di Pagani, fino a via Leopardi, e a quelle dirette a Nocera Inferiore fino alla strada ferrata. Al casello Nocera-Pagani dell’A30 Caserta-Salemo potranno uscire i tir diretti alle aziende presenti nelle aree industriali di Fosso Imperatore e Casarzano o alle aziende che si trovano nei comuni confinanti di San Valentino Torio e San Marzano sul Sarno. Al casello dell’A3 Napoli-Salemo di Cava de' Tirreni potranno uscire i camion diretti alle aziende metelliane fino al confine di Vietri sul Mare. Invece i mezzi in uscita al casello di Castel San Giorgio dell’A30 Caserta-Salerno potranno raggiungere Nocera Inferiore, con obbligo di transito dal cavalcavia ferroviario e obbligo di svolta a destra su via Chivoli nel comune nocerino. Un modo questo per ridurre ingorghi, inquinamento atmosferico e usura delle strade.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2