San Marzano sul Sarno. Annunziata (SmAt): “Un degrado culturale senza precedenti, questa città deve rinascere"

19 Maggio 2020 Author :  
“Dobbiamo rinascere e risollevarci, questa città è finita in un degrado culturale senza precedenti”. A parlare è Salvatore Annunziata, coordinatore di San Marzano Attiva. “Purtroppo non sempre c'è una grande attenzione alla ricchezza culturale,rileviamo sempre di più situazioni di degrado in questa città dove è completamente assente una gestione della cultura. – continua Annunziata - La nostra città ha una grande tradizione musicale ed è questo un asset da rivalutare assolutamente. Fa molta tristezza vedere il degrado culturale,identitario e valoriale delle nuove generazioni. La città sembra dormiente esorda  al cuore pulsante di una cultura che esiste e che vuole emergere.San Marzano sul Sarno, già sul finire dell’800, era riferimento dal punto di vista concertistico, ed è stata una delle prime città dell’Agro sarnese nocerino ad avere una banda musicale, ed ora per colpa di una politica miope non esiste più niente. Qualche anno fa, grazie al grande impegno di diversi artisti locali, musicisti professionisti, fu creato un progetto di ampio respiro culturale “Orkextra”, che coinvolgeva circa 300 ragazzi di età compresa dagli 8 ai 14 anni, che venivano dall’intero Agro sarnese nocerino, per cinque giorni a settimana e il tutto si teneva nel centro di quartiere di via Ugo Foscolo diventato inspiegabilmente, all'improvviso, inagibile solo per quel tipo di attività. Un progetto di inclusione e di integrazione importante, dove erano coinvolti oltre 42 artisti che a titolo di volontariato offrivano la loro professionalità ai giovani del territorio. Un progetto che ha avuto riconoscimenti a livello nazionale rientrando nel “Sistema Orchestre e Cori Giovanili e Infantili in Italia” di Fiesole, ma forse a San Marzano sul Sarno non è stato capito. D’altronde lo stesso progetto è stato finanziato dal Piano di Zona, per circa 80 mila, euro per acquistare attrezzature e strumenti, ma tutt’ora non si capisce dove sono finiti questi strumenti e che utilizzo ne abbia fatto il comune. Un qualcosa di assurdo”.  Infine conclude Annunziata: “Questa città per rinascere deve ripartire assolutamente dalla cultura, perché è alla base di una società civile, la cultura influisce sull’agire sociale. Pertanto bisogna promuovere iniziative come queste per colmare il grande vuoto che oggi determina smarrimento e riduce i livelli di coesione sociale. In questa città sono venuti meno i contenitori culturali e questo va assolutamente ricostruito. Solo così possiamo re innamorarci della nostra città e del nostro territorio. Da decenni è ormai in atto un processo di degrado socio-culturale che sta facendo della nostra città un territorio devastato, in alcuni casi anche alla deriva, dove regna l’inciviltà. Nel nostro programma elettorale la cultura avrà un ruolo importantissimo perché riteniamo che: non c’è futuro senza cultura. Partire dalle nostre radici, dagli insegnamenti del passato, per guardare al futuro in modo diverso”, conclude Annunziata.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2