Discoteca di Corinaldo, Social disco: "L'ennesima tragedia evitabile!"

08 Dicembre 2018 Author :  

Ciò che è avvenuto la scorsa notte nella discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo, in provincia di Ancona, ci riporta ad episodi che siamo davvero stufi di recepire dalle cronache giornaliere, frutto di atteggiamenti davvero inspiegabili e lontani dal concetto di divertimento, inteso quale occasione di aggregazione sociale e voglia di stare insieme al fine di condividere l'amore per la musica, una delle passioni che le nuove generazioni vivono con interesse, perché legati a determinati artisti del panorama canoro, come nel caso di Sferaebbasta, il trapper che si sarebbe dovuto esibire in concerto. Non è possibile, ancora oggi, ad un passo dal 2019, assistere inermi a situazioni di tale portata drammatica che ci gettano nello sconforto, in maniera ripetuta, come se tutto fosse “normale”. No, non è così. Fa male dirlo, ma l'intera generazione odierna sta vivendo una fase in cui la perdita dei valori, tra i propri coetanei, sta lasciando spazio a qualcosa di molto pericoloso, il tutto alla base delle continue “mode” dove anche la tecnologia e l'errato utilizzo di quest'ultima la sta facendo da padrona, dinanzi all'indifferenza dei “grandi”. Si vogliono raggiungere dei modelli, si vogliono innescare meccanismi in cui il primeggiare, mostrarsi, magari per ciò che non si è, diventa motivo e occasione per “divertirsi”. Ma perché? Senza voler entrare nel merito della vicenda di Corinaldo, che sta avendo anche i suoi sviluppi giudiziari, facciamo appello, così come da sempre promulgato mediante le attività dell'associazione, a coloro che hanno una funzione fondamentale ed importantissima nei confronti dei giovani: i genitori, la famiglia, affinché quest'ultima possa davvero essere presente e attenta alla crescita dei propri figli, senza mollare questi ultimi dinanzi ad un pc, tablet o telefonino, con i possibili rischi annessi, gli stessi vissuti prematuramente. Dopo la famiglia, la scuola, che deve infondere ai ragazzi la cultura della legalità dentro e fuori le mura scolastiche, con azioni dirette e protese ad una formazione che vada oltre lo studio delle materie canoniche. E poi, alla vigilia delle imminenti festività, l'invito accorato è rivolto al mondo istituzionale e a quello imprenditoriale della cosiddetta “movida”. Un divertimento sicuro deve essere frutto anche di un lavoro sinergico con le forze dell'ordine e il nostro riferimento è anche all'organizzazione di eventi da parte di locali pubblici nei giorni di festa, vedi vigilia di Natale e Capodanno. Spesso abbiamo assistito a episodi in cui, la violazione di ordinanze e/o la mancanza di sorveglianza, ha prodotto conseguenze pericolose nei confronti di adolescenti inconsapevoli della gravità delle loro azioni, mossi da uno spirito goliardico e lontano, appunto, dai canoni del divertimento sano ed “intelligente”. Sulla base di ciò, ribadiamo e ci auguriamo che le amministrazioni locali e gli organi preposti, provvedano, in maniera drastica e mirata, ad effettuare controlli tutto l'anno, in modo particolare, nei luoghi deputati a svariate forme d'intrattenimento, pubblici e privati, comprese le piazze cittadine, pur dovendo ricorrere a sanzioni necessarie per la tutela della sicurezza pubblica; sempre, in ogni luogo e con le dovute regolamentazioni, troppo spesso violate. Doveroso agire nel rispetto anche di coloro, come nel caso delle vittime di Corinaldo, animati dal desiderio di divertirsi contro ogni forma di azione tesa al disagio collettivo. perché mossa da un vigliacco e maleducato atteggiamento; per tale motivo, da condannare.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2