banner agro

Autunno 2021: ultima chiamata ai ristoratori per sfruttare il “nodo” plateatico

23 Settembre 2021 Author :  

La legge 21-5-2021 ha prorogato al 31-12-2021 la semplificazione delle procedure di concessione ed esenzione del pagamento dell’occupazione del suolo pubblico per bar e ristoranti. Questo significa che fino alla fine dell’anno i proprietari o i gestori di attività ristorative saranno agevolati nel richiedere la concessione del suolo pubblico o il suo ampliamento, potendo quindi utilizzare glispazi esterni per rilanciare la propria attività dopo tanti mesi di lockdown e limitazioni di ogni genere dovuti alla pandemia.
L’agevolazione ha diversi vantaggi:

1) i locali che non hanno ancora mai chiesto il permesso per occupare il suolo pubblico possono farlo sfruttando prodecure più semplici;
2) anche chi vorrà ampliare il suolo pubblico occupato potrà farlo mediante la procedura semplificata;
3) vecchi e nuovi richiedenti saranno esonerati fino al 31-12-2021 dal pagamento dell’imposta unica per l’occupazione del suolo pubblico.

Per i gestori, dopo le ingenti perdite di fatturato nei periodi delle chiusure, potrebbe essere un’occasione di rilancio. L’aumento della metratura a disposizione del locale consentirebbe di recuperare i coperti persi a causa dell’obbligo di distanziamento sociale e di accogliere anche clienti non in possesso del green pass, obbligatorio
invece per consumare seduti all’interno di bar e ristoranti.

Nell’ultimo scorcio di 2021 potrebbe perciò verificarsi una corsa alla realizzazione di spazi esterni fruibili dai clienti di ristoranti, pub o bar. Con l’estate ormai ufficialmente alle spalle, sarà opportuno predisporre anche dei sistemi di copertura, ricordando che le verande richiedono sempre i permessi di installazione, mentre pergotende e pergolati rientrano nell’edilizia libera esente da permessi, purché il condominio sia favorevole (in caso di edifici multipiano) e il palazzo non sia considerato patrimonio artistico e culturale (in questo caso occorrerebbe anche il permesso della Sovrintendenza ai Beni Culturali). Andando incontro alla stagione più fredda e considerato il fatto che la pandemia in atto spingerà il pubblico a optare più frequentemente per gli spazi all’aria aperta anche in inverno, potrebbe essere indispensabile prevedere un sistema di riscaldamento specifico per gli esterni dei locali. Dovendo pensare al profitto ma anche all’impatto ambientale delle proprie scelte, i gestori potranno optare per soluzione di riscaldamento per locali esterni molto meno inquinanti  rispetto ai tradizionali “funghi”, che in effetti sono stati già vietati in altri PaesiUna pedana potrebbe completare l’installazione, anche qui le soluzioni di design non mancano, segno che esiste un mercato ampio di forniture per il settore Ho.re.ca. e che se c’è qualcosa che manca, spesso, è solo la trasparenza delle regole che consenta ai gestori di fare impresa senza perder tempo con la burocrazia. Ma, come dicevamo, le iniziative del Governo e, a cascata, delle amministrazioni comunali, sono andate proprio nella direzione di semplificare la vita ai ristoratori, già duramente colpiti dalle chiusure per covid-19.
Per quel che riguarda il Comune di Salerno, ad esempio, il Comune ha pubblicato una Determina in cui – citando il testo - “ha inteso fornire un’adeguata risposta alle richieste di sostegno e alle emergenze rappresentate dai diversi operatori del Settore produttivo”.

E con la Determina in questione,  l’Amministrazione ha deciso di: “prorogare d’ufficio fino al 31 Dicembre 2021 tutte le autorizzazioni, rilasciate ai sensi del Decreto Rilancio, per l'occupazione del suolo pubblico da parte di PP.EE. con scadenza 31 ottobre 2020, 31 gennaio 2021, 30 aprile 2021 e 31 luglio 2021, salvo espressa rinuncia da parte
dei titolari e/o revoche operate dall’ufficio”. Essendo andata in questa direzione fin dal maggio 2020, dunque fin dai primissimi mesi della pandemia, l’Amministrazione ha rinnovato con la Determina di agosto 2021 il suo impegno ad aiutare “i pubblici esercizi, per ovviare alla perdita di coperti dovuti all’obbligo del mantenimento delle distanze di sicurezza, prevedere la possibilità di autorizzare anche oltre le dimensioni massime occupabili come previste dall’art. 3, comma 2, del vigente regolamento in tema di occupazione suolo pubblico, senza ulteriori oneri, un ampliamento, senza ulteriori oneri, delle aree pubbliche da occupare, con sedie, tavolini e ombrelloni, compatibile con
le norme del codice della strada”.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2