×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 738

"Elements" di Einaudi al Teatro Grande di Pompei

27 Maggio 2016 Author :  

Novità per la rassegna estiva pompeiana. Ad arricchire di magia il già magnifico sito archeologico, saranno le note del pianoforte di Ludovico Einaudi, nome d’eccellenza nello scenario musicale classico italiano. Il maestro farà tappa presso il Teatro Grande, all’interno degli scavi di Pompei, in data 23 luglio 2016, ore 21:30. I biglietti sono già disponibile online presso la piattaforma Ticketone.
Quella di Pompei è una delle tappe dedicate al suo nuovo tour “Elements”, che spazia fra diversi generi musicali, inaugurando un’esperienza introspettiva fortemente legata ai paesaggi e alla natura circostante, dai contorni trascinanti e decisi.
"Elements nasce da un desiderio di ricominciare daccapo, di intraprendere un nuovo percorso di conoscenza. C’erano nuove frontiere - sul filo di quello che conoscevo e di quello che non conoscevo - che da tempo desideravo indagare: i miti della creazione, la tavola periodica degli elementi, le figure geometriche di Euclide, gli scritti di Kandinsky, la materia sonora, ma anche i colori, i fili d’erba di un prato selvaggio, la forme del paesaggio. Per mesi ho vagato dentro una miscela apparentemente caotica d’immagini, pensieri e sensazioni; poi, tutto gradualmente si è amalgamato in una danza, come se tutti gli elementi facessero parte di un unico mondo, ed io anche” – ha affermato l’autore. “Questo è Elements. Se non fosse musica sarebbe una mappa dei pensieri, a volte chiari, a volte sovrapposti, punti, linee, figure, frammenti di un discorso interno che non si ferma mai” – ha così concluso.
Composto da 12 brani, l’album ha una strumentazione che comprende piano, archi, percussioni, chitarra ed elettronica. Come nei precedenti lavori del compositore, anche questo si sviluppa come una suite in cui ogni brano ha una precisa relazione con gli altri. Il suono è ricco e stratificato, gli elementi sonori si sommano e s’intrecciano con una freschezza d’insieme che unisce con sapiente naturalezza suoni acustici, elettrici ed elettronici. Un’esperienza sensoriale, quindi, tutta da vivere.
I suoi precedenti lavori non sono di minore importanza: la sua raccolta dal titolo “Stanze”, datata 1990, riesce a scavalcare i confini nazionali fino a quando nel 1996, l’album “Le Onde”, opera ispirata all’omonimo romanzo di Virginia Woolf, gli attribuisce la meritata riconoscenza, riscuotendo il consenso di pubblico e critica.
Il maestro, che vanta numerose e proficue collaborazioni con nomi eccelsi quali Nanni Moretti, Giuseppe Piccioni, Roberto Andò, Shane Meadows, Djivan Gasparijan, è arrivato a solcare il palco del Royal Albert Hall, una fra le location musicali più prestigiosa del mondo, situata a Londra.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2