banner agro

Pagani. Stop cure disabile 17enne, famiglia porta Asl in tribunale

24 Ottobre 2019 Author :  

Da qualche giorno, un ragazzo di 17 anni che frequenta il terzo anno di un liceo, affetto da una grave forma di distrofia muscolare, non puo' sottoporsi alle cure riabilitative perche' l'Asl di Salerno non rilascerebbe l'autorizzazione per proseguire con il piano terapeutico, gia' approvato dall'azienda sanitaria, garantito da un centro medico privato. La vicenda riguarda il 17enne che e' residente a Pagani, nel Salernitano, la cui famiglia si e' rivolta a un avvocato per tentare di riprendere, quanto prima, le cure. Ora, la famiglia si e' rivolta anche alla magistratura. Il legale, Domenico Vuolo, ha discusso oggi davanti al giudice del Lavoro del tribunale di Nocera Inferiore il ricorso "per chiedere con urgenza che il giudice ordini al Responsabile Riabilitazione del Distretto 60 - Asl Salerno il rilascio dell'autorizzazione alla prosecuzione della terapia". Intanto, il 17enne non cammina e ha perso gran parte della propria autonomia. I medici, "quelli dell'Asl, gli hanno assegnato una terapia che deve fare per cinque giorni a settimana", spiega Vuolo, e il ragazzo "l'ha cominciata poco tempo fa, con il monitoraggio continuo della capacita' vitale polmonare sulla funzionalita' cardiopolmonare, con parametri ancora non compromessi. In poco tempo, ha gia' ottenuto dei risultati. Per esempio, respira meglio. Ma la terapia e' stata interrotta per cui rischia di tornare indietro, peggiorare. I medici dicono che la drastica interruzione della riabilitazione comporta la compromissione dell'intero percorso di cura". Il 17 ottobre l'avvocato ha presentato una diffida all'Asl chiedendo di riammettere, entro 24 ore, il paziente alle cure, senza risposta, dice. Dall'Asl fanno sapere che "c'e' stato, il 22 ottobre scorso, un tavolo tecnico a cui ha partecipato l'Asl con tutti i rappresentanti dei centri di riabilitazione del territorio al termine del quale i funzionari dell'Asl si sono dati appuntamento a fra qualche giorno per consentire all'azienda di interloquire con la Regione Campania per trovare soluzioni al problema specifico". "Non e' stata negata la prestazione al ragazzo ma al centro presso cui stava in cura - aggiungono - ai familiari e' stata offerta la possibilita' di recarsi in un altro centro tra quelli che non hanno ancora superato i tetti di spesa". Tra l'altro, nei giorni scorsi, il direttore generale dell'Asl Salerno, in una nota, ha ritenuto "doveroso intervenire per i necessari chiarimenti sulla problematica dello sforamento del tetto della macroarea assistenza riabilitativa". "L'interruzione delle prestazioni riabilitative e' fenomeno circoscritto che riguarda solo alcune strutture, laddove per la quasi totalita' dei centri la copertura potra' essere garantita fino a dicembre", precisa il dg.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2