Pagani. È scontro tra ex alleati: D'Onofrio (FdI) replica alla Lega, Vuolo risponde

05 Gennaio 2020 Author :  

È scontro ormai tra Lega e la maggioranza di centrodestra a Pagani, da grandi alleati ad acerrimi nemici. All'attacco della Lega contro l'attuale maggioranza ed in particolare contro la triade Gambino - Sessa - Bonaduce, non si è fatta attendere la replica del consigliere di maggioranza Massimo D'Onofrio, ma presto è arrivata la replica anche della Lega. Dunque, un duro botta e risposta tra ex alleati. 
“Non possiamo deludere le aspettative di migliaia di nostri concittadini che hanno votato a favore del cambiamento e del buon governo. Non possiamo rallentare ne distrarci nell’azione di governo allontanandoci dagli obiettivi prefissati e da alcuni traguardi storici che già a breve raggiungeremo. Le scorse elezioni amministrative hanno sancito una ritrovata unità del centro destra. Partiti, uomini, donne con legittime ambizioni hanno ritenuto, per responsabilità verso il paese, mettere da parte ogni velleità pur di dare alla città una guida efficiente puntando su Alberico Gambino riconosciuto da tutti come modello di buon governo. Proprio la Lega si era spesa, e non poco, per sostenere il consigliere regionale di Fdi divenuto poi il candidato di tutta la coalizione. Una esperienza che ci ha visto protagonisti vincenti e al governo senza problemi fino al rimpasto di giunta richiesto soprattutto proprio dai consiglieri della Lega che non si riconoscevano nell’assessore Mattino. Tutto bene e tutti amici fino a ieri poi all’improvviso, proprio la Lega, decide, senza rispetto per gli alleati, di uscire dalla maggioranza addirittura espellendo un consigliere che, responsabilmente, aveva deciso di continuare a sostenere il governo cittadino che sta rilanciando e rialzando Pagani da 5 anni di crisi e cattiva amministrazione. La Lega ha scaricato sulla città i problemi interni attaccando l’incolpevole Gambino che si è sempre battuto d’altro canto proprio in difesa dell’assessore anche “contro” i consiglieri che oggi appaiono allineati al partito, quegli stessi che hanno presenziato solo a pochi consigli comunali o, addirittura, hanno tentato di far saltare sedute di consiglio con all’ordine del giorno argomenti importanti per la città, gli stessi argomenti che seppur non sostenuto vengono poi sbandierati sui propri profili social. In ogni caso alla scoperta della incandidabilità la Lega non aveva posto nessun problema ma solo dopo, quando si è data “voce” ai loro consiglieri che avevano ritirato la fiducia all’assessore. Fdi ribadisce il sostegno anche per le prossime amministrative al sindaco Gambino auspicando che si possa continuare il progetto di rilancio e risultati riconosciuto anche dalla stessa Lega non più tardi di dieci giorni fa proprio con la nota della stimata Avvocato Mattino Mi duole stigmatizzare tale atteggiamento che mina i rapporti anche tra gli alleati che non erano stati messi a conoscenza della decisione leghista ed al contempo però fedeli al progetto che sta facendo tornare grande la nostra città".

Alla replica di D'Onofrio subito arriva la risposta di Massimiliano Vuolo coordinatore cittadino della Lega

Non si fa attendere la replica alle dichiarazioni del capogruppo FDI da parte del coordinatore cittadino della Lega Salvini Premier Massimiliano Vuolo, che dichiara “se lo scopo è coinvolgerti nel vortice del pettegolezzo di chi ha detto o fatto cosa, la Lega non è disponibile, sul campo della zizzania giocano meglio altre forze politiche”.
“È il caso di dire, però, che la replica si affida a chi vuole mettere bocca e naso in un'altra forza politica”, continua il coordinatore cittadino che ricorda “chi, oggi si propone novello difensore di ufficio, fino ad ieri censore della stessa azione amministrativa, parla dimenticando che la Lega è stata il motore della coalizione di centrodestra con i presupposti della governabilità e della stabilità del governo cittadino, presupposti che sono venuti meno dalla ormai nota condizione dell'ex primo cittadino Gambino”.
“Bisogna prendere atto che il sindaco eletto è stato rimosso da un provvedimento del Tribunale, al quale non si è opposto, accettando la sua condizione di incandidabile, e pianificando la reggenza non già dell'attuale facente funzioni, ma del super consulente Emilio Bonaduce” aggiunge il coordinatore cittadino che sottolinea “la Città ha votato la coalizione di centro destra
guidata da Gambino, oggi non esiste più questo progetto, ma solo l'ansia di mantenere la poltrona di qualcuno, diversamente dalla nostra rappresentanza in giunta che ha protocollato le dimissioni”.
Infine conclude il coordinatore cittadino “La città ha bisogno di un progetto duraturo e non di tentativi legati ad interpretazioni di parte delle leggi di stato; oggi la Lega ha iniziato un percorso di riflessione e di ascolto ed al centro del progetto Lega rientra la città di Pagani e le importanti sfide che attendono una risposta, in materia di politiche sociali, politiche ambientali, e si pensi alla
necessità di individuare i partners nella gestione dei rifiuti, e di politiche urbanistiche, e si pensi alla tutela dell'ambiente, del verde ed alla crescita sostenibile del territorio, in questo progetto sicuramente non rientrano le mire di chi ancora oggi ha dimostrato di voler mettere solo le “Mani sulla città”.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2