“Daje, papà, sei forte!”, l'aneddoto su Alberto Sordi e Carlo Verdone

17 Maggio 2019 Author :  

di Francesco Apicella

Nel 1982, uscì nelle sale cinematografiche italiane, in concomitanza con le feste natalizie, il film “In viaggio con papà”, diretto da Alberto Sordi e interpretato da lui e Carlo Verdone. La pellicola ottenne subito un grande successo di pubblico perché Sordi e Verdone, rispettivamente nei ruoli del padre e del figlio, sullo schermo erano irresistibili con la loro comicità spontanea, ruspante e genuina, tutta italiana, con le loro gags e la loro straordinaria duttilità espressiva. La sera del 9 marzo 2019, sul palco del Montecarlo film festival, una rassegna cinematografica internazionale, dedicata interamente alla commedia, Carlo Verdone, meritatamente premiato come personaggio di spicco della commedia italiana, intervistato da Ezio Greggio, che presentava la manifestazione, ha ricordato alcuni aneddoti divertenti della sua lunga e fortunata carriera cinematografica e non ha potuto fare a meno di parlare del film “In viaggio con papà”, suscitando col suo racconto l’ilarità e gli applausi di tutto il pubblico presente, in sala, e il divertimento degli spettatori, a casa, davanti al televisore. “C’era una scena, prevista dal copione, in cui dovevo attraversare, completamente nudo , con una mano davanti e l’altra di dietro, il porto turistico di Punta Ala, in Toscana, fino all’Hotel Cala dl Porto.”
“No, Albè” gli dissi “io questa scena nun la faccio, nun me la sento! Tutti sanno che verrà girata , ci sono tante barche ormeggiate in porto e ci saranno, di sicuro, centinaia di macchine fotografiche puntate su di me, pronte a farmi la festa coi loro scatti. No, nun me và ” “Ma fai un omaggio a me, al personaggio di Nando Moriconi, che io ho interpretato nel film “Un giorno in pretura” quando, mentre ero a fare il bagno nella Marrana, dei ragazzacci mi rubarono i vestiti e io mi recai, tutto nudo, in una villa lì vicino Nun dimme de no, Carlè, me fai un grande omaggio!”
“Per non scontentarlo, e con grande vergogna, a malincuore accettai di girare la famigerata scena. Stavo dietro uno scoglio, vicino a me c’era Angelina, la sarta del set, che al momento del ciack, si prendeva l’accappatoio che indossavo . ed io ero pronto a girare, nudo come un verme. Quando Alberto diede il via attraversai il tratto di porto, di corsa, e imboccai subito il vialetto che portava all’ingresso dell’hotel, coprendomi il davanti con entrambe le mani.
“E no, così nun va bene!” mi fece Alberto “Sei andato tropo a destra, bisogna rifarla, rivai dietro lo scoglio!”.Ritornai indietro un po’ incazzato e al nuovo ciack ripartii, ancora più a disagio di prima” “No, no, manco sta vorta bene, sul vialetto sei annato troppo a sinistra!” “Te me lo stai a fa’ apposta!” gli risposi, totalmente incazzato “Nun dì sciocchezze e riparti!” “Tornai dietro lo scoglio, completamente nudo ma , giunto lì, mi accorsi che Angelina non c’era più e non c’erano più nemmeno l’accappatoio e il resto della troupe. Erano andati tutti via, lasciandomi lì da solo!! Ero disperato e incazzato come un toro nell’arena, per lo scherzo che Alberto mi aveva fatto! Mi sentivo perduto!” “E mò come faccio a ritornare in albergo, in queste condizioni!” pensavo tra me, in preda al panico. Per fortuna passò una barca e gli occupanti, impietositi, mi lanciarono un telo per coprirmi. Avvolto nel telo, chiesi il passaggio a un motociclista che, gentilmente, mi accompagnò in albergo. Quando la sera Alberto,sorridente come una Pasqua, bussò alla mia porta per chiedermi se scendessi giù per cenare con lui, gli risposi secco :“Stasera ceni da solo! “E gli chiusi la porta in faccia!”Ci rimase così male che per due giorni non mi parlò”.
Questi erano Alberto Sordi e Carlo Verdone, due straordinari personaggi del mondo dello spettacolo che tanto hanno contribuito ad alleviare il nostro malumore e a illuminare i nostri giorni bui, col sorriso e il calore della loro comicità. Albertone non c’è più, ci ha lasciati all’inizio del 2003, chissà, forse anche in Paradiso volevano divertirsi con le sue battute e l’hanno scritturato per l’eternità. Per fortuna Carlo è ancora tra noi, in perfetta forma, e da buon erede del grande maestro, continua ancora a divertirci con la sua bravura, la sua simpatia e nuove proposte cinematografiche, sempre di successo.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2