×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 88

Bollette telefoniche: le spese "pazze" nei comuni dell'Agro

03 Febbraio 2015 Author :  

Utenze telefoniche: i comuni dell'Agro nocerino sarnese non badano a spese quando si tratta del telefono usato a spese dei contribuenti. L'analisi parte dal Siope  (Sistema informativo delle operazioni degli enti pubblici) un sistema realizzato sulla base di una convenzione tra la Ragioneria Generale dello Stato e la Banca d’Italia, con l’obiettivo di rendere disponibile un archivio di informazioni riguardante gli incassi e i pagamenti delle Amministrazioni pubbliche. Secondo l'analisi del Siope per il 2014 e l'inizio del 2015, i comuni stanno cercando di diminuire le spese in utenze telefoniche ma, i costi fanno ancora girare la testa. Il più spendaccione (ma anche il più grande in termini di abitanti e territorio) è il comune di Scafati che nell'Agro ha la bolletta più salata. Il comune di Scafati ha speso 316mila euro nel 2014 di chiamate tra fissi e cellulari, internet compreso. Nel primo mese del 2015 l'ente amministrato da Pasquale Aliberti ha speso già 133 euro in particolare per il pagamento e l'attivazione di alcuni numeri verdi. Invece il comune di Angri lo scorso anno ha pagato di telefonate solo 25mila euro mentre nel mese di gennaio ha pagato appena 530 euro circa. Nulla a confronto del comune di Sarno che ha speso 37mila euro solo per gennaio 2015 tra telefonate, cellulari e internet nelle strutture pubbliche mentre nel 2014 Palazzo San Francesco ha speso in totale ben 196mila euro. Invece per le “utenze e canoni per telefonia e reti di trasmissione” il comune di Pagani ha speso nel 2014 solo 34mila euro mentre nel mese di gennaio ha speso solo 300 euro di bollette telefoniche per le strutture pubbliche. Nessun dato pubblicato invece per le spese del comune di San Marzano sul Sarno, San Valentino Torio, Castel San Giorgio, S. Egidio del Monte Albino, Nocera Inferiore, mentre Nocera Superiore si accoda alla media con un costo annuo nel 2014 di 72mila euro circa a fronte dei mille e trecento euro del primo mese del 2015. I dati disponibili sono solo quelli per i comuni che hanno già provveduto al pagamento di almeno una bolletta dall'inizio dell'anno.
Ma queste maxi spese telefoniche sono davvero 'normali' rispetto alla media italiana? Per quanto riguarda Scafati ed i suoi 51mila abitanti, nel confronto basti vedere i comuni come Matera e Legnano (Milano) che hanno speso rispettivamente 203mila euro e 79mila euro in bollette telefoniche nel 2014 pur contando una popolazione superiore a quella scafatese (60mila abitanti circa per le due città citate). Il Comune di Torre del Greco poi, con i suoi 87mila abitanti ha speso 291mila euro in bollette, a fronte dei 316mila di Palazzo Meyer a Scafati e Pisa addirittura 205mila euro nonostante i suoi 90mila abitanti. Numeri che fanno riflettere. Nella media rispetto a città simili, Angri e Pagani che mantengono la spesa ben sotto i 35mila euro. Invece maglia nera a Sarno che vola alto di 140mila euro in più circa rispetto alle città simili in grandezza e numero di abitanti.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2